rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Sapore d'Irpinia

Opinioni

Sapore d'Irpinia

A cura di Rosa Iandiorio

L’Irpinia è una terra di sapori autentici, custode antica di vini pregiati e specialità gastronomiche ricche di gusto. Un luogo incantevole dove sedersi in silenzio per ammirare la sua anima più vera. L'anima di una terra dove per secoli la natura ha scandito i ritmi del tempo, lasciandoci in eredità un patrimonio agroalimentare immenso. È tempo di partire buongustai per riscoprire insieme questo ‘Sapore d'Irpinia’

Sapore d'Irpinia

Ricette di Pasqua, la Pigna: il vero dolce della tradizione irpina

La ricetta per una Pigna alta, maestosa e profumata

La Pigna è il vero dolce della tradizione pasquale irpina. Una ciambella glassata, alta colorata e maestosa che delizia le colazioni di adulti e bambini per tutta la settimana di Pasqua. 

È uso preparare questa ricetta già dalla Domenica delle Palme. Un tempo le massaie si riunivano e in largo anticipo iniziavano a preparare le tipiche leccornie del periodo da infornare nei forni a legna comuni, o a casa di chi ne possedeva uno. Parliamo di ricette che si conservano per tanti giorni e la Pigna non fa differenza. Grazie alla lunga lievitazione e alla semplicità degli ingredienti, ben conservata, mantiene la sua fragranza anche per due settimane. 

Tradizionalmente l'impasto della Pigna di Pasqua veniva lavorato a lungo, con la forza delle braccia, oggi potete utilizzare anche un robot da cucina. L'importante è rispettare i tempi di lievitazione e avere un po' di pazienza. Sicuramente il forno a legna regala profumi singolari, ma il forno elettrico andrà benissimo. Alcune ricette prevedono l'aggiunta di arancia candita o uvetta che regalano al dolce un profumo ancora più intenso. Scegliete secondo i vostri gusti. 

Procedimento

Si inizia con 250 gr farina, 2 dl acqua tiepida, 1/2 cubetto di lievito di birra, o 2 bustine lievito (lievitazione fuori forno), o 250 gr criscito (lievito madre).  Preparare il lievitino e procedete con l'impasto degli ingredienti. Lavorate e aspettate che il volume della pasta triplichi, lasciando riposare l'impasto a riparo da correnti.

Dopo unire 750 gr di farina, 5 uova, 400 gr zucchero, il succo di mezza arancia, 1 dl di latte tiepido, buccia grattugiata di una arancia, 1/2 bicchierino di strega. Si impasta energicamente, o con una planetaria. Una volta ottenuto il vostro impasto mettere il composto in uno stampo molto alto. Anche in questo caso il vostro impasto deve triplicare di volume, per questo va lasciato lievitare per 36 ore.

Quando avrete ottenuto il risultato richiesto, infornate a forno freddo a 180° per 45-50 min (fare la prova stecchetto). Sfornare e ancora caldo decorare con naspro e diavolicchi. 

Per il naspro occorre: zucchero a velo e accqua. Mettere gli ingredienti in un pentolino a bagnomaria e cominciare a battere il composto in modo che diventi bianco, fluido e consistente. A questo punto battete ancora fino a quando mettendo un pò di naspro tra le dita questo non fili. Mettete il naspro sulla pigna (se volete fate dei buchi profondi con uno stecchetto in modo che il naspro liquido entri all'interno). Decorate la superficie con i diavolicchi e aspettate che il naspro solidifiche ed imbianchi. 

La vostra Pigna è pronta. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricette di Pasqua, la Pigna: il vero dolce della tradizione irpina

AvellinoToday è in caricamento