menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La ricetta del pranzo della Vigilia, in Irpinia Accio e Baccalà

L'accio è il sedano, ortaggio che si presta perfettamente per questa zuppa della tradizione natalizia

Accio e baccalà è un piatto della tradizione culinaria irpina, che si usa preparare il 24 dicembre.
L‘accio non è altro che il sedano, ortaggio dal gusto deciso e fresco, che si presta perfettamente per questa minestra leggera e profumata ideale per il pranzo della Vigilia, rigorosamente light, in attesa del cenone.
Tra le varietà di sedano piú conosciute segnaliamo quella di Gesualdo diversa da tutte le altre presenti in Italia per la sua forma e il suo colore.
Esistono varie versioni di questa zuppa, c'è chi la prepara semplicemente con sedano e baccalà e chi aggiunge patate, o cavolfiori. Può inoltre essere arricchita con pinoli, olive, pepacelle e pomodorini di collina a seconda dei gusti. 

Di seguito vi proponiamo una delle tante ricette che le massaie avellinesi preparano il 24 dicembre. 


Ingredienti 

  1. Pomodorini
  2. Baccalà (mussillo)
  3. Patate
  4. Sedano
  5. Pinoli
  6. Olive
  7. Olio Evo

Procedimento 

  • Soffriggere in un tegame l'aglio,  aggiungere i pomodorini, il sedano, le patate tagliate a tocchetti.
  • Aggiungere acqua e coprire con un coperchio. Lasciare stufare per circa 35 minuti.
  • A questo punto aggiungete il vostro baccalà  tagliato a pezzi e precedentemente ammollato e desalato (almeno 4 giorni prima).
  • Procedere con la cottura per altri cinque minuti aggiungendo olive denocciolate e pinoli tostati.
  • Servite la zuppa calda, o tiepida in una pirofila, o un piatto fondo con un filo di olio Ravece e pane croccante. 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, deceduto 84enne al Frangipane

  • Cronaca

    Coronavirus, Gigi Marzullo positivo al covid-19

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento