menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

#iorestoacasa: ecco la ricetta della "Pizza Chiena" , l'essenza dell'Irpinia

Soppressata, uova, formaggio, e primosale gli ingredienti principali della ricetta della Pizza Chiena

Nonostante lo stato di emergenza molti di noi non dimenticano che si avvicina la Santa Pasqua e con essa tutte le tradizioni gastronomiche legate a questa ricorrenza. 

Ogni città ha le sue ricette tipiche: dalla pastiera, alla pizza con l'erba, passando per la pigna e i taralli pasquali. Sicuramente l'Irpinia tra le sue ricette più carat si distingue per una torta rustica dal sapore straordinario come la pizza chiena.

La pizza, chiamata chiena perchè indica l'abbondanza dopo la lunga Quaresima, viene preparata il Venerdì Santo per essere consumata dal giorno dopo fino a Pasquetta. Più precisamente bisogna aspettare la Resurrezione. Il Sabato Santo, sciolte le campane, esplode la gioia e si può dare il via al lauto banchetto ricominciando a magiare cibi grassi e a base di carne. Tuttavia oggi è abitudine preparare questa specialità durante tutto l'anno. La quarantena di questi giorni può essere sicuramente un'occasione in più per mettere le mani in pasta. 

Caratteristiche della Pizza Chiena Irpina

Il rustico ha un impasto simile a quello della pizza ed un ripieno ghiottissimo a base di uova, formaggi di vario tipo, salumi e sua maestà la soppressata. In realtà la ricetta tipicamente irpina si fa esclusivamente con uova, formaggio, primosale e il tipico salume affumicato prodotto dalle nostre parti, a differenza di altri comuni della Campania dove si aggiunge il prosciutto, o altri insaccati. È proprio la soppressata Irpina che come si evince dal suo nome è un salume tradizionalmente prodotto in provincia di Avellino a dare quel tocco di bontà in più ad uno dei cibi più amati bel Mezzogiorno d'Italia.

Ingredienti 

300 gr farina, 1/2 cubetto di lievito di birra, 1 filo di olio extravergine d’oliva (o sugna se preferite), sale, acqua q.b, 7 uova, 500 gr di formaggio fresco (primo sale), formaggio grattugiato, 1 soppressata, sale q.b

Procedimento

Fare l’impasto con farina, acqua, sale e lievito sciolto in un po’ di acqua tiepida. Far lievitare per almeno 5 ore. Dividere il panetto in 2 parti e lasciare lievitare altre due ore.

Tagliare a dadini il formaggio primosale e la soppressata a fettine sottili, unirli alle uova sbattute. Aggiungere il formaggio grattugiato e aggiustare di sale.

Stendere con il mattarello la parte di impasto più grande e foderare una teglia unta con olio, o sugna, versarvi il composto di uova, salame e formaggio e ricoprire con l’altra sfoglia di pasta. Fate riposare per un'ora in un ambiente a riparo da correnti.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa un’ora, ancora meglio se optate per la cottura in forno a legna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento