rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Sapore d'Irpinia

Opinioni

Sapore d'Irpinia

A cura di Rosa Iandiorio

L’Irpinia è una terra di sapori autentici, custode antica di vini pregiati e specialità gastronomiche ricche di gusto. Un luogo incantevole dove sedersi in silenzio per ammirare la sua anima più vera. L'anima di una terra dove per secoli la natura ha scandito i ritmi del tempo, lasciandoci in eredità un patrimonio agroalimentare immenso. È tempo di partire buongustai per riscoprire insieme questo ‘Sapore d'Irpinia’

Sapore d'Irpinia Teora

Le telecamere Rai in Irpinia tra eccellenze gastronomiche e iniziative per ripopolare i borghi

La trasmissione Sorsi e Morsi è tornata sul caso Teora dove diversi stranieri hanno scelto di vivere attratti dalla qualità della vita e gli incentivi fiscali

L'Italia si spopola e invecchia, come ha confermato di recente una ricerca dell'Istat. Diverse amministrazioni locali, però, hanno messo in campo iniziative per portare nuovi residenti in zone ricche anche di attrattive enogastronomiche. Un approfondimento andato in onda nell'ultima puntata di Sorsi e Morsi. Il programma Rai ha fatto tappa a Teora per aprire un focus sull'iniziativa promossa dall’amministrazione per ripopolare il comune. 

Nel 2019 il sindaco stanzió dei fondi per fornire un incentivo alla ripopolazione di una località che ancora sconta i postumi del forte calo di residenti da dopo il terremoto del 1980, con un tasso di natalità di 2 bambini ogni venti anziani che muoiono. Il contributo prevedeva 150 euro al mese per l’affitto alle famiglie che si trasferivano a Teora mantenendovi la residenza per almeno due anni e che iscrivevano un figlio a scuola. Per i nuovi residenti inoltre erano azzerate le tasse comunali.

Le telecamere Rai sono andate alla ricerca di chi ha usufruito di quel bonus promosso nel 2019 e tra i protagonisti, la troupe ha incontrato una famiglia di Manchester che grazie all'iniziativa del primo cittadino ha scelto Teora non solo per ragioni economiche ma anche per la qualità della vita. I due inglesi hanno avviato un'agenzia digitale per promuovere l'enogastronomia e il turismo. L'obbligo di residenza ha dato quindi sbocchi professionali a loro ma anche al paese dove in futuro si potranno raccogliere anche nuovi introiti e posti di lavoro grazie ad un circuito che si intreccia col vero volano irpino: l'agricoltura. 

E infatti le telecamere Rai sono partite proprio alla scoperta delle eccellenze locali: l'olio ravece dell'agriturismo Calise, le matasse, il caciocavallo stagionato in grotta di Di Cecca, l'artigianato del maestro Branca e ovviamente il vino di cui si è fatta ambasciatrice Milena Pepe che dal Belgio ha scelto di tornare nella terra del papà per coronare il sogno di produrre grandi vini presenti nei migliori mercati internazionali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le telecamere Rai in Irpinia tra eccellenze gastronomiche e iniziative per ripopolare i borghi

AvellinoToday è in caricamento