menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quotazioni alle stelle per l'Aglianico irpino firmato da Maradona

Quintodecimo era uno dei vini preferiti da Maradona, nel gennaio 2017 il professore Moio si fece autografare una bottiglia del suo Terre D'eclano

"Sei stato il più grande di tutti. Unico, immenso campione.  La tua firma su questa bottiglia, custodita con infinito affetto, é il regalo più bello in assoluto di questi primi vent’anni di Quintodecimo.  Ciao Diego, resterai per sempre nei nostri cuori!". 

Così il professore Luigi Moio, enologo e titolare della Cantina di Mirabella Eclano, Quintodecimo saluta il suo beniamino dalla pagina Facebook dell'azienda. Un messaggio commosso a cui affianca l'immagine della preziosa bottiglia del suo Terra d’Eclano. Un Aglianico particolarmente amato da Diego Armando Maradona che nel 2017 ne apprezzó le virtù nel corso di una cena presso il ristorante di Gennarino Esposito. Una serata stellare (leggi qui l'articolo) in cui 'El pibe de oro' degustó le portate sublimi dello chef due stelle Michelin in abbinamento ai nettari di Luigi Moio. A portarle presso il ristorante di Vico Equense, La Torre del Saracino, fu proprio l'enologo che in cambio non dimenticó di chiedere a Maradona una firma sul famoso rosso irpino. 

Detto fatto. Da quel lontano gennaio di quasi quattro anni fa la bottiglia è stata custodita gelosamente, ma all'indomani della morte del campione Moio ha pensato di conservarla in bella mostra all'interno della sua cantina. E anche se le quotazioni sono altissime, il professore continuerà a preservare la bottiglia come un cimelio dal valore affettivo importantissimo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Finalmente riapre il Cinema Partenio di Avellino

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento