Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

Pizze stellate 2019, il vincitore è Alessandro Montefusco

Il pizzaiolo di Casa Barbato protagonista a Venezia con la pizza Rosinella

Primo posto per il montorese Alessandro Montefusco nella sezione capacità espostiva. Medaglia d’argento, invece, per la sua la pizza “Rosinella".

L'Irpinia trionfa alla Finale di Pizze Stellate 2019 che si è disputata a Venezia presso Grandi Molini Italiani S.p.A, il Molino più grande d’Europa.

La quinta edizione del Campionato Pizze Stellate, organizzato dal Tecnico Luigi Ricchezza e da Antonio De Simone, ha avuto inizio il 2 Dicembre alle ore 13.00 presso la Grandi Molini Italiani Spa di Venezia. Anche quest’anno si sono sfidati pizzaioli provenienti da varie città italiane e estere.

Nella due giorni coordinata dal Tecnico Luigi Ricchezza, si è dato vita alla creatività dei pizzaioli finalisti.

 21 pizzaioli provenienti da tutta Italia e dall’estero, sono stati giudicati da una giuria di esperti (Salvatore Di Matteo, Luciano Sorbillo, Luigi Pomata, Paco Linus, Alessandro Lo Stocco, Ires Crippa e Monica Peroni) che ha valutato le “pizze stellate” non solo in base all’estetica, alla forma e all’originalità, ma anche in base al gusto e all’impasto.

Un momento di convivialità, confronto e conoscenza tra pizzaioli, giudici e famiglie durante la cena offerta dagli organizzatori.

Alla fine Alessandro Montefusco, maestro pizzaiolo di Casa Barbato ha avuto la meglio per la sua capacità espostiva. Secondo posto invece per la sua Rosinella la pizza simbolo del ristorante montorese realizzata per celebrare i prodotti dell'azienda guidata da Nicola Barbato, in particolare la cipolla ramata di Montoro e la patata rosina.

FB_IMG_1575440571655-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori ristoranti di Avellino, ecco la nostra classifica

  • Fine dei disagi, riapre il viadotto di Parolise

  • Colta da un malore durante un compleanno, muore 18enne

  • Tremendo schianto frontale, donna muore sul colpo

  • Nuovo Clan Partenio, ecco come è cambiata la camorra in Irpinia dopo l'operazione "Partenio 2.0"

  • Nuovo Clan Partenio, c'è attesa per capire il destino dei locali "It's Ok" e "Pomodoro"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento