Mercoledì, 17 Luglio 2024
Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

A cura di Rosa Iandiorio

L’Irpinia è una terra di sapori autentici, custode antica di vini pregiati e specialità gastronomiche ricche di gusto. Un luogo incantevole dove sedersi in silenzio per ammirare la sua anima più vera. L'anima di una terra dove per secoli la natura ha scandito i ritmi del tempo, lasciandoci in eredità un patrimonio agroalimentare immenso. È tempo di partire buongustai per riscoprire insieme questo ‘Sapore d'Irpinia’

Sapore d'Irpinia

Irresistibile e supercroccante: il panificio di Guglielmo Capaldo nella Guida del Gambero Rosso

Capaldo Forno Contemporaneo riconfermato nel volume "Pane e panettieri d'Italia"

Come riconoscere un buon pane? Annusatelo! 

Sono i profumi l'argomento ricorrente nella sesta edizione della guida "Pane e Panettieri d'Italia del Gambero Rosso".

Un volume che celebra e racconta l'arte della panificazione passando in rassegna i migliori panifici in Italia, un settore che sta vivendo un rinascimento culturale riportando in auge la straordinaria varietà di lievitati e prodotti da forno che si possono trovare in giro per il BelPaese.

Visitare una panetteria significa immergersi in un mondo di profumi, sapori che raccontano di antichi mestieri e di un legame indissolubile con l'agricoltura, il territorio e la storia di generazioni.

 Un comparto dove negli ultimissimi anni sicuramente molto è cambiato, in special modo per quanto riguarda l’arrivo di tanti progetti giovani che gettano una attenzione del tutto peculiare su un argomento che fino a ieri era stato fin troppo offuscato dalla produzione di massa.

In guida ancora una volta troverete un nome storico dell'arte bianca in provincia di Avellino: "Capaldo". La rinomata famiglia di panettiere atripaldesi è infatti oggi ben rappresentata da Guglielmo Capaldo che ad Avellino ha dato forma al suo Forno Contemporaneo.

Un ragazzo appassionato, preciso e determinato che ha saputo combinare al meglio il patrimonio culinario di generazioni con le nuove tendenze gastronomiche.

Sono vari i tipi di pane che Guglielmo propone, sempre ben esposti in una bottega moderna e curata. Alla base di tutto: ricerca, formazione, farine non raffinate, lievito madre. Ingredienti che hanno fatto sicuramente salire di livello l'offerta di panificazione in città e che lo hanno portato da subito all'interno della Guida del Gambero.

Di Guglielmo Capaldo la Guida scrive:

"È giovane creativo e lungimirante Guglielmo Capaldo che dopo la laurea in Economia ha deciso di continuare la tradizione di famiglia in questo moderno panificio.

Crunch la parola d'ordine dei suoi prodotti preparati con ingredienti di qualità: la crosta infatti è supercroccante e racchiude una mollica morbida e dall'alveolatura irregolare. Oltre a baguette, pagnotte e filoni di semola di grano duro e di farro integrale, non mancano le taglie forti con le pagnotte XL al grano saraceno o le XXL di dieci chili ai cereali.

Menzione speciale per la croccante irresistibile pizza in pala alla romana. Da non perdere la pizza con l'erba e il cuzzittiello salsiccia e friarielli. Sul versante dolce da non perdere il panfrutto di segale con cacao, nocciole tostate, mandorle, uvetta e gocce di cioccolato fondente all'80%.

Altro punto vendita ad Atripalda nella sede storica di via Tripoli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Irresistibile e supercroccante: il panificio di Guglielmo Capaldo nella Guida del Gambero Rosso
AvellinoToday è in caricamento