rotate-mobile
Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

A cura di Rosa Iandiorio

L’Irpinia è una terra di sapori autentici, custode antica di vini pregiati e specialità gastronomiche ricche di gusto. Un luogo incantevole dove sedersi in silenzio per ammirare la sua anima più vera. L'anima di una terra dove per secoli la natura ha scandito i ritmi del tempo, lasciandoci in eredità un patrimonio agroalimentare immenso. È tempo di partire buongustai per riscoprire insieme questo ‘Sapore d'Irpinia’

Sapore d'Irpinia Monteverde

"Monteverde" la birra migliore d'Italia, Pagnotta: "Vince un'idea, vince la mia terra"

La birra Serrocroce è medaglia d'oro, categoria Saison, nel concorso Best Italian Beer

Inarrestabile il successo di Serrocroce. L'azienda brassicola con sede nel meraviglioso borgo di Monteverde, ritorna sul podio del prestigioso concorso Best Italian Beer, Premio Nazionale organizzato da FederBirra e rivolto a tutti i produttori di Birra Artigianale Italiana.

A vincere nella categoria Saison la medaglia d'oro è l'ultima creatura del birraio Vito Pagnotta: la Monteverde. Un progetto che condensa bene la filosofia di Serrocroce, un'azienda profondamente legata al territorio in cui ha origine. Monteverde è la birra del paese che ha il merito di aver messo in rete gli agricoltori del posto per creare un nettare unico e irriproducibile se non, in quell'angolo di Irpinia votato storicamente all’arte cerealicola.

Vito Pagnotta ha scommesso su posizione geografica, naturale isolamento, contenuta densità demografica e meravigliose bellezze paesaggistiche, ma, prima ancora, ha puntato sulle sue radici, confermando lo strepitoso consenso già ottenuto negli anni scorso con le Birre Granum, Armando e la Chiara, premiate sempre nell'ambito del Best Italian Beer.

IMG-20230103-WA0019

Ogni Birra di Pagnotta riflette l'anima di Serrocroce, espressa perfettamente dal claim "Contadini prima che birrai". Birra Monteverde è l'emblema di questo pensiero. Una birra artigianale prodotta con luppoli e fiori di luppolo selezionati e raccolti a mano nel luppoleto aziendale. I cereali sono di Monteverde e l'acqua e i lieviti sono prodotti in Irpinia. Inoltre, la produzione in birrificio avviene a porte aperte, in modo che ogni conferitore cerealicolo, esclusivamente di Monteverde, possa vedere o partecipare in prima persona alla cotta. Ne nasce una birra di forte identità in cui emerge complessità e freschezza, equilibrio e vivacità. Un nettare recentemente apprezzato anche da Alberto di Monaco, nel corso della sua visita nel borgo irpino.

IMG-20230104-WA0000

"I premi che riceviamo sono sempre una grande soddisfazione - esordisce Vito Pagnotta - perché a valutare il nostro operato è una giuria di esperti qualificati. Sono orgoglioso delle mie birre e dei premi importanti che ricevono e, sono ancora più orgoglioso della medaglia d' oro conferita alla birra Monteverde perché vince un'idea, un progetto di filiera integrata con il territorio, con gli agricoltori, con gli esercenti ed i consumatori. Monteverde ha un suo prodotto tipico e autentico che esprime la potenzialità e la maestria del suo popolo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Monteverde" la birra migliore d'Italia, Pagnotta: "Vince un'idea, vince la mia terra"

AvellinoToday è in caricamento