rotate-mobile
Sapore d'Irpinia

Opinioni

Sapore d'Irpinia

A cura di Rosa Iandiorio

L’Irpinia è una terra di sapori autentici, custode antica di vini pregiati e specialità gastronomiche ricche di gusto. Un luogo incantevole dove sedersi in silenzio per ammirare la sua anima più vera. L'anima di una terra dove per secoli la natura ha scandito i ritmi del tempo, lasciandoci in eredità un patrimonio agroalimentare immenso. È tempo di partire buongustai per riscoprire insieme questo ‘Sapore d'Irpinia’

Sapore d'Irpinia

I Migliori Oli d’Irpinia secondo la nuova Guida Slowfood

Nell’edizione numero 23 sono presenti 750 aziende italiane tra frantoi, aziende agricole e oleifici: 120 le novità

Slow Food ha presentato l'edizione 2022 della sua Guida agli extravergini, con l'elenco dei migliori oli in Italia. 

Nell’edizione numero 23 sono presenti 750 tra frantoi, aziende agricole e oleifici: 120 le novità. Vengono recensiti inoltre 1180 oli degli oltre 1500 assaggiati. Emerge come sempre una realtà vivace, dinamica e sempre più bio.

Ecco gli oli premiati in Campania e in Irpinia

Premio Olio dei Presidi

Il Presidio Slow Food dell’olio extravergine italiano è una testimonianza del fatto che l’olivicoltura basata su oliveti secolari di cultivar locali e portata avanti con tecniche produttive sostenibili è fortemente a rischio.

Al tempo stesso, si propone di richiamare l’attenzione sulla qualità degli oli prodotti, attraverso il contrassegno dei Presìdi e l’etichetta narrante, ovvero una descrizione dettagliata del processo che rende peculiari e inconfondibili certe produzioni.

Campania

Il Cappero – Cru Orrico

D’Assisi – Ortice di Francesco

D’Assisi – Ortice

Benedetta Cipriano – Koinè – Tonda del Matese

Frantoio Romano – Ortolana

Ragozzino – De Marco – Trebula

Il Cappero – Cru Pino

Il Cappero – Cru I Fortini

Vincenzo Torelli – Mariosa 3.3.3

Giusti – Corniola

Osiride – Nata Terra

Marco Rizzo – Impronta

Marco Rizzo – Talismano

Marco Rizzo – Incipit

Maria Ianniciello – Ufens

Francesco Pepe – Erede – Marinese

Terre di Molinara – Elaios

Terre di Molinara – L’Origine

Tenute del Caricaturo – Romanella di Padula

Frantoio Romano – Ortice Riserva

Frantoio Romano – Racioppella

Margherita Leppa – Caretti – Ortice

Silvia Maria Michela Crisci – Olio Crisci

Girardi – Terra Felix

Olio D’Amore – Femminella

Olio D’Amore – Spinosa

Uliveti Castel San Martino – Ancino – Ortice

Uliveti Castel San Martino – Ancino – Femminella

Premio Grande Olio 

Il premio Grande Olio Slow viene riconosciuto all’olio eccellente, capace di emozionare in relazione a cultivar autoctone e territorio di appartenenza, ottenuto con pratiche agronomiche sostenibili. Nella Guida agli Extravergini 2022 ne sono stati assegnati 107 in tutta Italia.

Campania

Cru Orrico di Il Cappero, Anacapri (NA)

Est di Alessia Avallone, Camerota (SA)

Ortice di Francesco di D’Assisi, Casalduni (BN)

Talismano di Marco Rizzo, Felitto (SA)

Regio di Fontana Madonna, Frigento (AV)

Di Mi di Tenuta di Minico, Melito Irpino (AV)

Koinè – Tonda del Matese di Benedetta Cipriano, Piedimonte Matese (CE)

Ortolana di Frantoio Romano, Ponte (BN)

Trebula di Ragozzino – De Marco, Pontelatone (CE)

Rao di Madonna dell’Olivo, Serre (SA)

Spinosa di Olio D’Amore, Solopaca (BN)

La chiocciola 

La Chiocciola è il simbolo assegnato dai curatori della Guida a quelle aziende olivicole che interpretano i valori organolettici, territoriali e ambientali secondo la filosofia Slow Food. Nella Guida agli Extravergini 2022 ne sono state assegnate in totale 35 su 11 regioni italiane.

Campania

Maria Ianniciello, Grottaminarda (AV)

Terre di Molinara, Molinara (BN)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Migliori Oli d’Irpinia secondo la nuova Guida Slowfood

AvellinoToday è in caricamento