Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

Derby Napoli Avellino, la sfida gourmet di Vesi e Maglione

Il patron di Daniele Gourmet a Napoli ospite del vincitore di 4 ristoranti

Giuseppe Maglione ospite di Giuseppe Vesi per il girone di ritorno dell'evento Legami di Pizza.
Ieri sera sul lungomare Caracciolo a Napoli si è chiuso il ciclo di serate che ha visto duettare in una sfida amichevole il patron di Daniele Gourmet e il vincitore di 4 ristoranti. 
Un confronto ad armi pari tra due maestri dell'arte bianca che quotidianamente rendono omaggio ad un simbolo della gastronomia partenopea con gusto e creatività. Per entrambi la chiave di volta è la continua ricerca del punto di incontro tra cucina e pizzeria per sperimentare nuove combinazioni di sapori esaltando le caratteristiche della materia prima.
Senza tradire l'essenza della pizza Maglione e Vesi coniugano il meglio del Made in Italy con lo spirito territoriale e innovativo. Impasti di alta scuola, base ideale per topping complessi pensati per stupire un consumatore alla ricerca del nuovo, del buono e del bello.
“La ricerca non finisce mai – dichiara Vesi – io e Giuseppe Maglione siamo legati da questa filosofia comune. Non vogliamo tradire la tradizione, ci ispiriamo ad essa ma allo stesso tempo vogliamo innovare e rinnovare. Diversamente da qualcuno a me non piace fare sempre la stessa cosa, mi piace reiventarmi giorno dopo giorno ”.
L'obiettivo di Legami di Pizza, un derby simpatico e conviviale tra Napoli e Avellino, era appunto raccontare la pizza gourmet al di là degli stereotipi e i luoghi comuni, un'idea di pizza che richiede competenze, studio e impegno.
“Si parla molto di pizza Gourmet – esordisce Maglione – ormai è una moda, ma a volte lo si fa in modo spropositato. Non basta mettere dei prodotti di qualità su una pizza per chiamarla gourmet, dietro c'è un lavoro di ricerca fondato su sperimentazioni continue. È questo quello che cerco di insegnare alle nuove generazioni che vogliono intraprendere il mestiere di pizza chef”.
L'aspetto gourmet è evidente nelle tonde realizzate ad hoc per Legami di Pizza. Versatili le proposte di Vesi che bilancia bene i profumi e gli aromi nella sua Panorami una focaccia dal morso croccante a base di fior di latte di pezzata rossa, formaggio cashel blue, noci di Sorrento, speck tirolese artigianale e miele di acacia.

IMG_20190530_215424-2
Il padrone di casa ha inoltre presentato ai suoi ospiti “Verso sud” con mozzarella di bufala, carciofo di Paestum indorato e fritto, scaglie di provolone del Monaco, riduzione di liquirizia calabra e menta e infine “Mediterranea” con stracciatella di bufala campana, tartare di tonno pinna gialla, pomodorino giallo confit e sbriciolata di tarallo napoletano.

IMG_20190530_230027_1-2
La performance di Giuseppe Maglione ha invece mostrato l'anima stellata di una pizza sempre molto concettuale. Consapevole delle potenzialità della sperimentazione su impasti e cotture, il pizza-chef affronta il derby con uno dei suoi cavalli di battaglia: la Cacio e Cozze. Una proposta complessa, ma che si aggiudica il consenso di una platea attenta e selettiva.

IMG_20190530_220756-2

La cacio e pepe osa e conquista. La crema di caciocavallo podolico e tartufo bianco, il fior di latte, le cozze gratinate e cotte a vapore, il basilico pastellato e il pesto di basilico sugellano un matrimonio che si fonda su tre pilastri importanti: impasto-farcitura-cottura. Un concetto che guida le suggestioni gastronomiche di Giuseppe Maglione in ogni sua elaborazione.

IMG_20190530_224452-2

Dettagli minuziosi che si amalgamano l'uno con l'altro nelle altre due tonde del pizzaiolo: “I sapori dell’orto” con crema di peperoni, crema di zucchine, vellutata di melanzane e patate, burrata di bufala, funghi champignon, misto di verdure tagliate alla julienne e fritte, briciole di pane croccante e olio evo bio; “Rifugio nel bosco” condita con crema di asparagi e tartufo, fior di latte, olive nere caiazzane, asparago selvatico, pancetta affumicata dell’Irpinia, olio evo bio.

IMG_20190530_230905_1-2
A chiudere in dolcezza ci ha pensato il maestro Vesi che ha salutato i suoi ospiti con una piramide in crosta di cioccolato bianco con cuore di mousse alle fragole.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IMG_20190530_232902-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Coronavirus: è gravissimo al "Moscati"

  • Coronavirus in Irpinia: 10 nuovi casi nelle ultime 72 ore, riapre la Palazzina Alpi al Moscati

  • Carmen, 14 anni, è scomparsa da Avellino: aiutateci a trovarla

  • Dramma in Irpinia, il comandante dei carabinieri è stato trovato senza vita

  • Salgono i casi di Covid a Santa Lucia di Serino, uno anche a San Michele

  • Coronavirus in Irpinia, l'Asl conferma tutti i casi positivi del serinese

Torna su
AvellinoToday è in caricamento