menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Olio campano verso l'Igp, Basso: "Prossimamente potremo pregiarci del marchio"

Il marchio Igp potrà agevolare anche la promozione delle 5 Dop campane, attraverso sinergie di azione e obiettivi

 Successo internazionale per la linea gourmet di Sabino Basso.

La gamma "Sabino Basso" rappresenta un'accurata selezione di Oli DOP e IGP delle principali regioni del Sud Italia: Puglia "DOP Terra di Bari" - Castel del Monte"; Campania "DOP Penisola Sorrentina"; Sicilia "IGP Sicilia"; Calabria "Olio di Calabria IGP". Oli EVO di qualità superiore in un packaging elegante e d’impatto, destinati a un mercato d’alta gamma, che hanno subito conquistano i mercati esteri. Da New York a Berlino tante le richieste e i riconoscimenti : prima il “Pentaward” poi il "NACD Packaging Award”. 

Intanto continua la battaglia di Sabino Basso, patron dell'azienda per il riconoscimento dell'Igp all'olio campano. Il dossier per il riconoscimento Igp all’olio campano è pronto e sarà presentato a gennaio al Ministero, per poi essere inoltrato alla Commissione Europea. L’iter quindi è stato avviato anche per la Campania, ultima regione del centro-sud a muoversi per l’ottenimento della Igp del proprio olio dopo Puglia e Marche. 

Come riporta Il Sole 24 ore la Campania è una regione che ha una grande tradizione di olivicoltura con una produzione media, secondo i dati di Federolio, di quasi 12mila tonnellate di olio, il 4% di quella nazionale, posizionandosi come sesta regione più produttiva di Italia.

«In realtà siamo la quarta regione per produzione complessiva sul suolo italiano - chiarisce Sabino Basso, vicepresidente del comitato promotore e patron di Olio Basso, tra le aziende leader del settore – in Campania ci sono tantissimi olivicoltori che producono per le loro famiglie e che quindi non compaiono nei dati ufficiali. Ci auguriamo che prossimamente potremo pregiarci del marchio Igp». 

Una battaglia importante che va di pari passo con gli oli 100% italiani nel segno di una filosofia di alta qualità. 

“La linea Sabino Basso – spiegano dall’azienda – rappresenta un’accurata selezione di oli DOP e IGP delle principali regioni del sud Italia: Puglia DOP Terra di Bari – Castel del Monte; Campania DOP Penisola Sorrentina; Sicilia IGP Sicilia; Calabria Olio di Calabria IGP: Monocultivar, prodotto con olive della varietà Ravece provenienti esclusivamente dalla provincia di Avellino. Una nuova gamma di prodotti di qualità superiore tipici delle regioni di origine a cui in queste ultime ore si aggiunge con fierezza una DOP CILENTO prodotta con varietà frantoio, leccino e ogliarola. “.

Anche la scelta di distribuzione premia l’azienda: il prodotto si può acquistare unicamente online o in centri vendita gourmet selezionati. Tutte le selezioni di prodotti di prima distribuzione al dettaglio sono andate sold-out in pochi giorni, andando oltre ogni previsione di vendita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento