Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

Nasce Pan Chèri, la pasticceria Memmolo nuovo presidio del gusto in Irpinia

Il pasticciere Annibale Memmolo premiato nel corso della Fiera Nazionale del Panettone a Roma

È in fermento il movimento dei pasticceri irpini in continua ascesa nel mondo dei lievitati. A farsi strada sul panorama del dolce più apprezzato sulle tavole del Natale è Annibale Memmolo, pastry chef della pasticceria Memmolo a Mirabella Eclano.
Reduce dal successo ottenuto la scorsa Pasqua nella competizione nazionale Regina Colomba, Annibale si conferma un punto di riferimento anche nella creazione di panettoni artigianali di alta qualità. Straordinario il riscontro avuto nel corso della  «Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro», la principale manifestazione che promuove il vero Made in Italy nel settore dei lievitati. Un concorso nazionale al quale hanno preso parte 25 pasticcerie tra le più apprezzate e rinomate d’Italia. A Piazza Pietra tra le architetture millenarie del Tempio Adriano Annibale ha contribuito a fondere storia e arte con il gusto autentico della tradizione dolciaria italiana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con una particolare attenzione alla qualità delle materie prime, il cuoco irpino ha proposto il suo ultimo ‘pargolo', il Pan Chéri. Un vero cavallo di razza che ha conquistato una speciale menzione di merito proprio per l’innovazione e la qualità dei prodotti.
Come mi racconta Annibale il Pan Chéri è il risultato di svariate sperimentazioni. “Nasce alla fine di un pranzo di Natale – dice - quando l'anno scorso, insieme a mia sorella abbiamo deciso di fare delle prove. Noi già producevamo un buon panettone all’amarena, ma volevamo creare qualcosa di più: così abbiamo aggiunto gocce di cioccolato fondente, mentre all’uscita dal forno ho imbevuto il panettone in una bagna allo cherry e l' ho ricoperto di cioccolato fondente. Ci tengo a precisare che per i mei dolci utilizzo solo ingredienti di altissima qualità, dal burro ai canditi, passando per la farina, ingrediente fondamentale”.
Ma dietro le vittorie e i sacrifici di Annibale Memmolo c'è una squadra importante che lo sostiene: “L'ingrediente che amo di più è la mia squadra fatta di persone serie e attaccate al lavoro: ho il mio braccio destro in laboratorio, un vero professionista, Cesare Del Viscovo, persona seria prima di tutto è un fuori classe di torte, cioccolato e di tutto ciò che è decorazione. Poi non posso non ringraziare la signora Marisa Conza che da anni collabora con me in laboratorio”.
A sostenerlo anche i suoi affetti più cari: “Devo tanto alla mia famiglia e a mia sorella Immacolata che segue le vendite, poi tutte le banconiste, mia moglie Ola, Daniela, Pina, Maria Grazia, infine mio cugino Fernando che collabora con me nelle uscite. Il mio grazie di cuore va a tutti loro, perché uniti si vince e si crea qualità e passione”.
Il Pan Chéri è la scommessa di quest'anno, ma presso la pasticceria Memmolo, o dal rivenditore Carlo Abate a Montemiletto potrete trovare specialità di ogni tipo: come il panettone classico, alla ricotta, alla mandorla, mela e cannella, pan gianduia e pandoro. Insomma ce né è per tutti i gusti, non ci resta che assaggiare è decidere qual è il nostro preferito.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca blocca la consegna di dolci e pizze anche a panifici e alimentari

  • Coronavirus, uno studio rivela: "Campania fuori dall'emergenza entro il 20 aprile"

  • Coronavirus in Irpinia: ecco la mappa aggiornata, Comune per Comune, al 3 aprile 2020

  • Bonus 600 euro, si parte il primo aprile: l'Inps spiega come averlo

  • Vaccino Coronavirus supera primo test, Todisco: "Buona notizia che porta la firma del dott. Gambotto"

  • Coronavirus, il bilancio è pesantissimo: 49 nuovi casi in Irpinia

Torna su
AvellinoToday è in caricamento