menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La cipolla ramata di Montoro ritorna sotto i riflettori della Rai

Il servizio di Geo andato in onda su Rai Tre mette in luce le qualità indiscutibili della 'Ramata' montorese

C'è una terra distesa tra la provincia di Salerno e quella di Avellino, dove si raccontano storie di coraggio e di passione, storie di uomini e donne che hanno saputo sfidare le difficoltà e rinnovarsi. Lo hanno fatto grazie al lavoro delle mani e al coraggio di scommettere sulla biodiversità di un prodotto prezioso cime la cipolla. 

Non una cipolla qualsiasi, ma la cipolla ramata. La Rai è tornata a parlarne ieri nel programma Geo, mandando in onda un documentario sempre attuale, girato qualche anno fa nell'azienda di Nicola Barbato, ambasciatore di questa preziosa cultivar.

La sua storia è in simbiosi con la cipolla ramata di Montoro, una cipolla unica e inconfondibile, tornata sul mercato in sordina e oggi ricercata dagli chef più rinomati. Persino dai nutrizionisti, che ne lodano i vantaggi sulla salute. Una cipolla, il cibo povero che ha sfamato la generazione del dopoguerra, diventa la protagonista della tavola, anzi, di interi menù.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento