Sapore d'Irpinia

Opinioni

Sapore d'Irpinia

A cura di Rosa Iandiorio

L’Irpinia è una terra di sapori autentici, custode antica di vini pregiati e specialità gastronomiche ricche di gusto. Un luogo incantevole dove sedersi in silenzio per ammirare la sua anima più vera. L'anima di una terra dove per secoli la natura ha scandito i ritmi del tempo, lasciandoci in eredità un patrimonio agroalimentare immenso. È tempo di partire buongustai per riscoprire insieme questo ‘Sapore d'Irpinia’

Sapore d'Irpinia

Cicci di Santa Lucia, ad Avellino si rinnova la tradizione secolare

I soci dell'associazione I Cicci di Santa Lucia si ritrovano nel capoluogo

Si rinnova l’appuntamento con la tradizione centenaria di Avellino. L’associazione Cicci di Santa Lucia, fondata nel 2010, rinnova l’appuntamento annuale dedicato ad una delle più antiche tradizioni della cucina avellinese, legata alle celebrazioni della Santa.

Come ogni anno, il 13 dicembre, gli aderenti all’Associazione si ritroveranno in un noto ristorante dell’Irpinia per “celebrare” la ricorrenza, degustando la pietanza tipica del giorno. Per il 2019 è stato scelto un noto ristorante del centro del capoluogo. Promuovere il territorio, le usanze, la cultura, degustando i “Cicci di Santa Lucia”, nelle aree circostanti il capoluogo e nella città di Avellino stessa, dove la ricetta viene gelosamente custodita e tramandata e non ammette varianti alla tradizione. Questo è uno principi ispiratori dell’Associazione che ogni anno si arricchisce di iscritti e partecipanti all’happening gastronomico.

La valorizzazione del territorio passa anche attraverso la riscoperta delle tradizioni locali, nonché quelle gastronomiche legate alle usanze popolari – spiega il presidente dell’Associazione, Raffaele Venezia – L’associazione “Cicci di Santa Lucia”, è nata per rendere giusto merito ad una classica tradizione culinaria avellinese, celebrata sui principali siti di cucina”.

Nel corso degli anni, l’Associazione ha voluto mettere in atto un’iniziativa ispirata alla “collaborazione” e “contaminazione” tra i territori campani, chiamando “a tavola” altri prodotti d’elezione della tavola regionale. Per quest’anno, ospite dei Cicci di Santa Lucia, la treccia di Bufala Campana Dop, che sarà offerta da una delegazione casertana, aderente all’associazione.

L’iscrizione all’Associazione Cicci di S. Lucia è gratuita, ma soggetta ad insindacabile approvazione del consiglio direttivo, e la richiesta può essere inoltrata all’indirizzo mail ciccisantalucia@gmail.com.

Da quest’anno, l’associazione può vantare anche una pagina facebook “Associazione Cicci S. Lucia”.Negli scorsi anni, l’associazione, sempre il 13 dicembre, ha fatto tappa nei seguenti locali irpini:

La fondazione, nel 2010, fu celebrata al ristorante ‘A Lanterna di Atripalda.

2011 Hotel Serino di Serino

2012 La Locandiera di Canale di Serino

2013 Ricomincio da tre di Avellino

2014 ‘A Lanterna di Atripalda

2015 La Forchetta d’Oro di Avellino

2016 La Taverna del Principe di Solofra

2017 Saporitaly di Avellino

2018 La Petrosa Agrihostaria di Forino

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cicci di Santa Lucia, ad Avellino si rinnova la tradizione secolare

AvellinoToday è in caricamento