Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

Le chiacchiere: storia e ricetta del dolce simbolo del Carnevale

Una ricetta molto antica già in uso tra i romani nel corso dei Saturnali

Chiacchiere, bugie, frappe, cenci. Ogni regione le chiama in modo differente, ma la ricetta è unica, o varia di poco.
Per noi campani le chiacchiere sono il dolce piú in uso nel mese di Carnevale. Friabili, dorate, dolci e gustose sono il simbolo di questa festa allegra e colorata.
Non tutti sanno che la ricetta è molto antica. Le sue origini risalgono all'antica Roma, quando si celebravano i Saturnali, una festa molto simile al Carnevale odierno, in cui ogni canone e consuetudine veniva ribaltata.
I banchetti erano ricchi ed abbondanti e uno dei simboli d’eccesso erano le frictilia, dolci fritti nel grasso di maiale, distribuiti alla folla fra le strade della città. Apicio, uno dei più raffinati buongustai dei tempi antichi, descrive così la preparazione delle chiacchiere nel suo “De re coquinaria”: “Frittelle a base di uova e farina di farro, fritte nello strutto e poi tuffate nel miele”.
Gli ingredienti erano chiaramente quelli utilizzati una volta, la farina di farro oggi è stata sostituita da quella raffinata e lo strutto dall'olio, mentre il miele ha lasciato il posto allo zucchero a velo.
Il nome delle chiacchiere invece si fa risalire ad una leggenda partenopea secondo la quale la Regina Savoia, grande chiacchierona, chiamò il suo cuoco Raffaele Esposito, per farsi fare un dolce che potesse allietare lei e i suoi ospiti, egli prese spunto da quella chiacchierata di corte e diede il nome di "chiacchiera" al dolce appena fatto.

Ingredienti delle chiacchiere di Carnevale
500 gr di farina, 2 uova grandi, 100 gr di burro morbido, 50 ml di limoncello (oppure liquore Strega o marsala), la buccia grattugiata di mezzo limone biologico, 2 cucchiai di zucchero, 1 pizzico di sale, olio di semi per friggere, zucchero a velo per decorare.

Procedimento
Setacciate la farina e ponetela sulla spianatoia. Fate un buco  al centro e mettete all'interno le uova, il burro morbido a pezzetti, il liquore, la scorza di limone, il sale e lo zucchero. Impastate in modo da creare impasto sodo ed elastico. Formate una palla con l'impasto, avvolgetela in pellicola e lasciate riposare per circa un'ora a temperatura ambiente.
Riprendete l'impasto, dividete l'impasto in 4-5 parti, stendete  la pasta con il mattarello. Dovrete lavorare fino ad ottenere sfoglie rettangolari e molto sottili, circa 2 mm. Tagliate le sfoglie a rettangoli e fate un piccolo taglio al centro, o se preferite contorcetele al centro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, in una padella, portate l'olio a temperatura. Immergete delicatamente poche chiacchiere alla volta, rigiratele spesso finché non saranno ben dorate e gonfie. Una volta cotte asciugatele su un vassoio coperto da carta assorbente. 
Lasciate raffreddare le chiacchiere, trasferitele su un piatto da portata e spolveratele con lo zucchero a velo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Avellino in lutto, è scomparso Vincenzo detto "Blues"

  • Migliore Panettone d'Italia, due pasticcerie irpine alla finalissima

  • Si allontana da casa e lo ritrovano senza vita, aveva solo 22anni

  • Coronavirus in Irpinia, sono 6 i positivi di oggi: anche ad Avellino

  • Vino e architettura, in Irpinia una delle cantine più belle d'Italia

  • Coronavirus in Irpinia, ci sono sei nuovi positivi: ecco chi sono

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento