menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Carnevale l'antica tradizione del sanguinaccio con sangue di maiale

La ricetta originale è considerata illegale dal 1992, ma in Irpinia non mancano le famiglie che preservano la tradizione

Il Sanguinaccio, difficile da credere per i più giovani, è un dolce tipico del Carnevale che in origine veniva preparato mescolando il sangue del maiale con cioccolato, cacao, zucchero e farina. Parliamo di un dolce antichissimo legato al rito popolare dell'uccisione del maiale, del quale come ben si sa, non si butta via nulla, neanche il sangue.

Per ragioni igienico-sanitarie la ricetta originale è stata dichiarata illegale dal 1992 e le varianti in commercio sono vendute senza il suo ingrediente fondamentale.

La tradizione del vero sanguinaccio persiste nelle case degli irpini più tradizionalisti, soprattutto nei mesi di gennaio e febbraio. Le motivazioni sono essenzialmente tre. Il periodo carnevalesco comincia il 17 gennaio in concomitanza con la festa di Sant’Antonio Abate che veniva invocato per la guarigione dall’herpes zoster, meglio conosciuto come “Fuoco di Sant’Antonio“, una patologia da cui si guariva grazie anche all’impiego del grasso di maiale.

Un’altra motivazione è la tempistica. Il maiale, una volta, veniva ucciso tra gennaio e febbraio in tempo cioè per il Carnevale e per la preparazione del famoso “sanguinaccio”. L’ultimo motivo è da ricondurre al famoso detto: “del maiale non si butta via niente“. Il sangue, quindi, veniva utilizzato per le persone con carenze di ferro e ovviamente per preparare questa pietanza chiamata sanguinaccio da abbinare ai dolci tipici del carnevale.

Molto apprezzato insieme alle chiacchiere, oppure per preparare una crostata. Vi lasciamo la ricetta originale e quella che non prevede il sangue di maiale. 

Di seguito la ricetta originale

Ingredienti

  • 1 l di sangue maiale
  • 2 l di latte
  • 700 g di cioccolato fondente
  • 100 g di cacao
  • 800 g di zucchero
  • 80 g di farina
  • 30 g di strutto
  • Vaniglia
  • Cedro (a piacere) 
  • Cannella
  • Sale

Procedimento 

Prima di tutto il sangue va lavorato con la frusta e con il sale per evitare che si coaguli. Va poi passato in un colino in cui sia stato adagiato un tovagliolo di tela.

Preparare un composto di latte tiepido, farina, strutto e cacao, mescolare senza far bollire facendo attenzione ai grumi.

Mettere in una casseruola il composto aggiungendo il sangue, il resto del latte, lo zucchero e continua a mescolare fuori dal fuoco.

Aggiungi il cioccolato grattugiato grossolanamente, la vaniglia e la cannella e metti sul fuoco a bassa temperatura.

Continuare a girare con il cucchiaio di legno e portare ad ebollizione, occorrono circa due ore.

Raggiunta l’ebollizione, mescolare ancora per 10 minuti. Una volta intiepidito versalo in un contenitore e incorpora il cedro (se piace).

Lascia raffreddare coprendo con un canovaccio di tela. Servite in delle coppette inzuppateci le chiacchiere di Carnevale. 

Sanguinaccio al cioccolato 

Ingredienti:

  • 1,5 l di latte, 
  • 225 g di cacao amaro,
  •  1 kg di zucchero,
  • 150 g di cioccolato fondente tritato finemente,
  • 1 bacca di vaniglia,
  • 4 cucchiaini colmi di cannella,
  • 150 g di farina,
  • 100 g di burro,
  • 1 pizzico di sale.

Procedimento:

Portare il latte ebollizione con la bacca di vaniglia aperta e svuotata dei semi.

 In una pentola setacciare la farina e il cacao, unire lo zucchero, il sale e la cannella e mescolare accuratamente. Aggiungere i semi della vaniglia e cominciare a versare poco latte per volta nel centro mescolando. Aggiungere mano mano sciogliendo bene il composto. Mescolare fino a che il composto risulti liscio e senza grumi. Cuocere su fuoco moderato continuando a mescolare. Quando avrà raggiunto la densità giusta unire il cioccolato tritato, mescolare e far sciogliere. Infine aggiungete il burro a pezzetti, fare amalgamare e spegnere il fuoco. Travasare in un apposito contenitore, coprire con pellicola a contatto e far raffreddare. Conservare in frigo e utilizzare per farcire una crostata o accompagnare le chiacchiere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, sono 90 i positivi di oggi: 12 ad Avellino

  • Sport

    Avellino implacabile, soffre ma vince anche a Catanzaro: 0-1

  • Incidenti stradali

    Grave incidente stradale a Pratola Serra, ferite due persone

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento