rotate-mobile
Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

A cura di Rosa Iandiorio

L’Irpinia è una terra di sapori autentici, custode antica di vini pregiati e specialità gastronomiche ricche di gusto. Un luogo incantevole dove sedersi in silenzio per ammirare la sua anima più vera. L'anima di una terra dove per secoli la natura ha scandito i ritmi del tempo, lasciandoci in eredità un patrimonio agroalimentare immenso. È tempo di partire buongustai per riscoprire insieme questo ‘Sapore d'Irpinia’

Sapore d'Irpinia

Gli anginetti, il dolce della Domenica delle Palme

Simbolo di pace e di speranza, anche quest'anno si rinnova la tradizione del tipico tarallino dolce da appendere agli ulivi benedetti

Domenica delle Palme, oltre che una festività religiosa, è una giornata ricca di prelibatezze culinarie legate a riti e costumi di un tempo. 

Tra i più famosi ci sono sicuramente gli anginetti, dei tarallini dolci che nel colore e nella forma già evocano sensazioni di pace e serenità. 

Piccoli rotondeggianti, dorati e glassati, gli anginetti per tradizione addobbano i ramoscelli d’ulivo benedetti che saranno poi donati ad amici e parenti in segno di augurio e speranza. 

Si tratta di un'usanza antichissima che affonda radici nella civiltà contadina. I taralli con la loro forma circolare evocano la ciclicità della natura, sono quindi di buon auspicio per la prosperità del futuro raccolto. 

La tradizione, seppur antica, viene rinnovata ancora oggi. Le vetrine delle pasticcerie sono ricche di deliziosi tarallini ottimi per un gustosissimo fine pasto o semplicemente per un attimo di goduria.

Di seguito la ricetta 

Ingredienti

500 gr di farina

5 uova

150 gr di zucchero

1 bicchierino di liquore all’anice

un pizzico di sale

scorza di limone grattugiata

Per la glassa

600 gr di zucchero

200 di acqua

1 cucchiaino di bicarbonato

Procedimento

Impastare tutti gli ingredienti: farina, uova, zucchero, un pizzico di sale, scorza di limone e man mano incorporare il liquore a piccole dosi. Lavora bene e formare un panetto, ungendolo leggermente con dell’olio d’oliva e lasciarlo riposare per mezz’ora. Formare delle piccole ciambelline e metterle in una teglia leggermente unta.

Cuocere in forno a 180 gradi circa per venti minuti.

Intanto preparare la glassa: far bollire lo zucchero, l’acqua ed il bicarbonato in una pentola, a fuoco lento e mescolare di continuo. Quando si forma una specie di “schiumetta” spegnere il fuoco. Immergere gli anginetti all’interno e piano piano, ad uno ad uno, passarli su un piatto. La glassa man mano si solidifica e gli anginetti si raffreddano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli anginetti, il dolce della Domenica delle Palme

AvellinoToday è in caricamento