rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Alimentazione

Mirtilli neri, piccoli frutti con grandi proprietà

Una fonte preziosa di vitamine, minerali e antocianine considerata un "superfood" che non dovrebbe mai mancare nella nostra alimentazione

Il mirtillo nero, famoso per la sua colorazione blu-violetta, è un piccolo frutto che cresce da un piccolo e discreto arbusto nella penombra dei boschi. Bacche ricche di proprietà nutritive che le rendono un vero alleato di salute, benessere e bellezza. Il mirtillo può essere assunto in diverse forme. Da giugno a settembre possiamo portarlo a tavola fresco, risultando piacevole anche per combattere il caldo insieme ad altra frutta di stagione. Durante gli altri periodi dell’anno si può scegliere sotto forma di integratori oppure si può optare per succhi e concentrati.

Le proprietà ed i benefici del mirtillo nero

100 g di mirtilli neri apportano 25 calorie ripartite in:

  • 78% carboidrati
  • 15% proteine
  • 7% lipidi

In particolare, 100 grammi di mirtilli neri apportano:

  • 85 g di acqua
  • 0,9 g di proteine
  • 0,2 g di lipidi
  • 5,1 g di zuccheri solubili
  • 3,1 g di fibra

I mirtilli neri possiedono al loro interno molteplici elementi preziosi per l'organismo tra cui vitamine (A, C, K), acido folico, minerali come fosforo e potassio, resveratrolo, acido organico. Ma a renderli un “superfood” è la mirtillina, un antociano dal grande potere antiossidante che conferisce a questi piccoli frutti il tipico colore blu-violetto.

Grazie alla presenza di antocianine, il mirtillo nero è utile nella protezione cardiaca e cardiovascolare e favorisce il corretto funzionamento del sistema circolatorio regolando la permeabilità dei capillari, rafforzando i vasi sanguigni e migliorandone l’elasticità. E', dunque, un valido aiuto per combattere la cellulite, i piedi gonfi e le gambe pesanti.

Il mirtillo apporta benefici anche agli occhi tanto che i suoi estratti sono presenti in molti farmaci utilizzati in campo oculistico. Le antocianine, infatti, sono utili per chi soffre di affaticamento della vista e hanno la capacità di migliorare la visione notturna. Oltre alle proprietà già descritte, le antocianine apportano benefici alla retina grazie alla rodopsina, una proteina che aumenta la capacità di vedere in condizioni di luce bassa migliorando l’adattamento all’oscurità.

Attualmente gli studi sui mirtilli neri si stanno concentrando sui possibili effetti positivi sulle capacità cognitive, in particolare sulla memoria, e sulle proprietà antiossidanti in grado di contrastare i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare. Infine, il basso indice glicemico tipico di questi piccoli frutti consente a chi combatte contro l'iperglicemia di mangiarli senza temere un innalzamento degli zuccheri nel sangue.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mirtilli neri, piccoli frutti con grandi proprietà

AvellinoToday è in caricamento