rotate-mobile
Alimentazione

Una tira l'altra, perché mangiare le ciliegie fa bene alla salute

Piccole nelle dimensioni ma con un sapore delizioso e un colore vibrante, le ciliegie possiedono delle grandi sostanze nutritive

A giugno la tavola si arricchisce di verdura e frutta estive. Dal sapore dolce e dal colore rosso brillante, la ciliegia è la regina dell'estate: si trova, infatti, nei supermercati e sui banconi del mercato da fine maggio fino a luglio. Questo piccolo frutto, succoso e delizioso, è ricco di proprietà nutrizionali che apportano numerosi vantaggi per il nostro organismo. Ma quali sono le proprietà delle ciliegie? Quali i benefici per chi le mangia con regolarità? Scopriamolo.

Le sostanze nutritive delle ciliegie

Originarie dell’Asia minore, le ciliegie sono coltivate ovunque nel mondo ma è in Europa che se ne coltiva il 75% di tutta la produzione. Il loro periodo di maturazione e conseguente raccolta va dalla fine del mese di maggio alla fine di luglio, a seconda delle varietà. In Italia si coltivano ben 18 tipi di ciliegie differenti come la Ciliegia di Vignola IGP, la Ciliegia Ferrovia, la Mora di Cazzano e il Durone Nero di Anella. Le maggiori regioni produttrici di ciliegie sono il Veneto, l'Emilia-Romagna, il Lazio, la Campania e la Puglia.

Le ciliegie vanno acquistate quando sono mature al punto giusto perché non maturano dopo la raccolta. Scegliete frutti integri e senza ammaccature, con una consistenza soda e un picciolo dal colore verde acceso. Una volta acquistate vanno consumate nel giro di pochi giorni, essendo un frutto che viene raccolto al momento della piena maturazione. 

Le ciliegie sono ricche di sostanze nutritive che fanno bene al nostro organismo. Contengono vitamina A e C, che aiutano a proteggere la vista e contribuiscono al buon funzionamento delle difese immunitarie. Contengono inoltre acido folico, calcio, potassio, magnesio e fosforo, sostanze importanti per la lotta ai radicali liberi, oltre che un buon quantitativo di flavonoidi, che combattono i livelli di colesterolo nel sangue e, grazie alla presenza di acido malico, stimolano l’attività del fegato. Hanno un basso contenuto calorico e danno velocemente la sensazione di sazietà grazie alla presenza delle fibre che le rendono ottime per chi soffre di stitichezza.

Le ciliegie hanno anche un potere antiossidante per la presenza delle antocianine, proprietà depurative e diuretiche che le rendono un alleato per restare in forma. Un’altra caratteristica è la presenza di melatonina, sostanza che regola il ciclo sonno-veglia nel nostro organismo esercitando un effetto lenitivo sul sistema nervoso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una tira l'altra, perché mangiare le ciliegie fa bene alla salute

AvellinoToday è in caricamento