Lunedì, 15 Luglio 2024
Alimentazione

Albicocche, amiche della pelle e della vista: utili in caso di spossatezza

Un frutto estivo ricco di minerali e vitamine che apportano vantaggi alla salute del nostro organismo

Nei mesi di giugno e luglio, tutti noi dovremmo consumare le albicocche per fare il pieno di minerali e vitamine utili alla salute dell'organismo, soprattutto nella stagione estiva. Possiamo consumarle a fine pasto per addolcire il palato oppure come spuntino di metà mattina o metà pomeriggio per non arrivare affamati a tavola e per rinfrescarci viste le alte temperature stagionali. Scopriamo quali sono le proprietà nutritive e i motivi per cui dovremmo mangiare più spesso le albicocche.

Le proprietà nutritive delle albicocche

L’albicocca è il frutto del prunus armeniaca, pianta appartenente alla famiglia delle rosaceae. Come tutta la frutta ha un basso contenuto calorico: contiene circa 50 calorie per 100 grammi. Fra i macronutrienti presenti al suo interno spiccano i carboidrati, pari al 91% dell’energia fornita da questo frutto (28 Calorie ogni 100 grammi); il 6% delle restanti calorie corrisponde a proteine, e il 3% a lipidi. Il frutto è molto ricco di acqua, infatti in 100 gr di albicocca se ne trovano 86,3 g a cui si aggiungono 6,8 g di zuccheri solubili e 1,5 g di fibre.

Oltre alle fibre alimentari, questo frutto costituisce una miniera di antiossidanti, vitamine e minerali. Contiene, inoltre, sostanze fitochimiche che aiutano a prevenire le malattie cardiache, a ridurre il colesterolo ldl (anche detto “colesterolo cattivo”) e sono considerate alimenti anti-cancro.

Le albicocche sono ricche di potassio, ferro, zinco, calcio e manganese. Il potassio aiuta a mantenere la salute del cuore e un buon equilibrio degli elettroliti nel corpo, regolando frequenza cardiaca e pressione sanguigna. Contengono anche composti polifenolici antiossidanti come la luteina, la zeaxantina e la criptoxantina che agiscono come veri e propri spazzini nei confronti dei radicali liberi e che rallentano l'invecchiamento e aiutano a proteggere la retina, una delle parti più delicate dell’occhio. Per quanto riguarda la vista, la vitamina A previene la cecità notturna, un disturbo causato dalla mancanza di pigmenti chiari negli occhi; mentre la vitamina E è un antiossidante liposolubile che protegge gli occhi dai danni dei radicali liberi. 

Consumare albicocche può apportare benefici anche alla pelle in quanto la vitamina C ha un ruolo importante nella costruzione del collagene, che dona forza ed elasticità alla pelle. Il betacarotene in esse contenute stimola la produzione di melanina, una sostanza che è responsabile dell’abbronzatura e protegge la pelle dai raggi solari.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albicocche, amiche della pelle e della vista: utili in caso di spossatezza
AvellinoToday è in caricamento