menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zona rossa, arancione e gialla, cosa può cambiare oggi: la situazione della Campania

In Campania ier si registra una crescita della curva, ma circola ottimismo circa la conferma in zona gialla

Zona rossa, arancione, gialla, o bianca. Possibile cambio di colore e regole oggi per le regioni, di nuovo sotto la lente d'ingrandimento della cabina di regia per l'emergenza Covid e del Cts. Sul tavolo, i nuovi dati Iss del monitoraggio sui contagi che verranno diffusi in giornata e, con loro, il cambiamento di fascia e misure con più o meno restrizioni nel passaggio tra fasce di rischio.

Oggi i dati

In base ai dati dell'Istituto superiore di sanità a partire da domenica 24 gennaio o da lunedì 25 gennaio si stabiliranno i passaggi di fascia in zona rossa, arancione e gialla (impossibile che al momento una Regione "veda" la zona bianca). Spera in un cambio di colore soprattutto il Veneto che è stato sì inserito in zona arancione, ma aveva un indice Rt sotto 1. "Ad oggi siamo in arancione per un fattore 'prudenziale', ma non avente titolo dato che i nostri parametri sono sempre stati da giallo". Così secondo il governatore del Veneto "l'algoritmo darà il giallo per il Veneto, ma occorre valutare se sarà opportuno o meno mantenere l'arancione perché il colore della fascia cambia i nostri comportamenti". 

Mentre non dovrebbe mutare la situazione della Campania nonostante la curva ieri sia tornata a crescere. Su di essa potrebbe pesare anche la riapertura della scuola elementare. Tuttavia l'indice Rt dovrebbe attestarsi ancora sotto l'uno confermando la zona gialla a rischio moderato per un'altra settimana. 

Al contrario resta in sospeso il destino della Lombardia (la decisione del al Tar sul ricorso contro la zona rossa è slittata a lunedì)

Sembra prevalere invece la massima cautela in Sicilia, dove c'è stata una lieve flessione nei dati degli ultimi giorni ma il carico sugli ospedali è ancora notevole: "Il diritto alla vita è prioritario. Se il contagio non dovesse abbassarsi alla fine del mese adotteremo nuove misure restrittive, naturalmente d'intesa con il governo nazionale, e non escludo si possa arrivare a un lockdown come quello della scorsa primavera", aveva spiegato ieri il presidente della Regione Nello Musumeci.

Il Lazio, finora arancione, ha annunciato ieri un Rt inferiore a 1 che consentirebbe il passaggio dalla zona arancione a quella gialla: "Rispetto a giovedì della scorsa settimana - ha detto l'assessore alla Salute D'Amato - registriamo un calo di 513 casi. Prevediamo un valore Rt in calo, di nuovo inferiore a 1, e una riduzione del tasso di occupazione dei posti di terapia intensiva e di area medica per pazienti Covid. 

Per  l’Emilia Romagna non è cambiato molto. Era arancione dopo le feste, pur avendo l’Rt sotto l’1 (anche se di poco, visto che era a 0.98) e rimarrà arancione ancora per un po’. Certo, la situazione potrebbe anche peggiorare. Nel caso l’avanzamento dell’Rt non rallentasse, la soglia dell’1.25 non è così lontana e ciò determinerebbe il passaggio a un nuovo colore: il rosso. 

Circola ottimismo nella regione Toscana, dove i dati fanno sperare nella conferma del colore giallo. Il bollettino di oggi parla di 503 nuovi casi di Coronavirus, su 10.115 tamponi molecolari, 14 decessi e 468 guarigioni. Prosegue la tendenza discendente dei ricoverati in ospedale: nelle aree Covid sono complessivamente 775 i pazienti in cura (-34 rispetto a ieri), di cui 116 in terapia intensiva (+3).

Campania: ultimo bollettino

Contagi ancora in aumento in Campania, dove il Covid fa registrare di nuovo oltre mille casi di Coronavirus. Secondo l'ultimo bollettino dell'Unità di Crisi sull'andamento della pandemia di Coronavirus in Campania nelle ultime 24 ore sono stati 1.215 i nuovi casi su 15.473 tamponi analizzati  per un tasso positivi/tamponi che si attesta al 7,85%, in crescita rispetto al 6,3% fatto registrare mercoledì. Sempre nelle ultime 24 ore, in regione si registrano anche 40 decessi, mentre sono 863 i guariti. Complessivamente, sono 210.697 i positivi dall'inizio della pandemia. Numeri dunque in progressivo aumento che seguono il trend nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento