Attualità

Vaccino Pfizer per i ragazzi dai 12 ai 15 anni: "Sarà disponibile a partire da giugno"

L'amministratore delegato dell'azienda, Ugur Sahin, ha detto di essere "nella fase finale" della preparazione per la domanda di approvazione all'Ema. Moderna punta a tre miliardi di dosi nel 2022

Il vaccino Pfizer accelera. L'azienda farmaceutica tedesca BioNTech punta a far sì che da giugno il suo vaccino anti-Covid, prodotto in collaborazione con Pfizer, sia disponibile per la fascia d'età 12-15 anni. L'amministratore delegato dell'azienda, Ugur Sahin, ha detto al settimanale Der Spiegel di essere "nella fase finale" della preparazione per la domanda di approvazione all'Ema. La valutazione dei test "richiede in media da quattro a sei settimane", ha aggiunto.

Il vaccino Pfizer per la fascia d'età 12-15 anni

Un mese fa le due società avevano annunciato i dati di uno studio di fase III che ha mostrato il 100% di efficacia e robuste risposte anticorpali in pazienti di età compresa tra 12 e 15 anni che hanno ricevuto il vaccino BNT162b2. Le due aziende hanno detto che i risultati principali dello studio di fase avanzata su 1.160 adolescenti hanno superato i dati clinici visti nei pazienti dai 16 ai 25 anni. Le società avevano spiegato di avere intenzione di presentare questi dati alla Food and Drug Administration degli Stati Uniti e all'Agenzia Europea per i Medicinali per un emendamento richiesto all'Autorizzazione d'Uso di Emergenza di BNT162b2 e all'Autorizzazione Condizionata di Commercializzazione dell'UE per Comirnaty (questo il brand del vaccino) per espandere l'uso negli adolescenti di 12-15 anni di età il più rapidamente possibile. 

I partecipanti alla sperimentazione continueranno a essere monitorati per altri due anni dopo la loro seconda dose per verificare la protezione e la sicurezza a lungo termine.

In Italia il calendario vaccinale pinserisce in ogni caso nella "Categoria 5", l'ultima in calendario, il resto della popolazione generale di età inferiore a 60 anni. Anche in caso di approvazione Ema, ci sarà da attendere sicuramente qualche mese in più. La vaccinazione degli over 60 è ancora in alto mare e servirà del tempo

Moderna punta a tre miliardi di dosi nel 2022

Grazie ai nuovi investimenti aumenterà la fornitura a livello globale: si va verso il raddoppio della filiera di approvvigionamento di Moderna al di fuori degli Stati Uniti. La produzione dovrebbe anche beneficiare di un cambio verso una serie di prodotti a dosi piu' basse, compresi i richiami per potenziali varianti e le dosi di vaccino per la popolazione pediatrica. L'azienda aumenta poi la sua previsione di produzione per il 2021 tra 800 milioni e 1 miliardo di dosi, Infine e' stata anticipata la notizia di dati a sostegno della formulazione stabile del vaccino per 3 mesi in frigorifero (2-8 gradi). 

Stephane Bancel, amministratore delegato di Moderna, ha commentato: "Osservando la rapida diffusione delle varianti di SARS-CoV-2 che destano preoccupazione, crediamo che continuerà a esserci un bisogno significativo del nostro vaccino mRNA COVID-19 e dei nostri candidati booster delle varianti nel 2022 e 2023. I governi ci informano che non c'è nessuna tecnologia che fornisce lo stesso livello di efficacia dei vaccini mRNA e la velocità necessaria per adattarsi alle varianti, pur consentendo un'affidabile modulabilità della produzione. Oggi abbiamo annunciato che i nostri investimenti in Europa (Spagna, Francia e Belgio), Svizzera e Stati Uniti ci permetteranno di consegnare fino a 3 miliardi di dosi nel 2022, tra primi vaccini e richiami per varianti".

Quali vaccini sono stati autorizzati in Italia?

L’Italia, in base agli accordi stipulati, potrà contare sulla disponibilità di oltre 242 milioni di dosi. I vaccini autorizzati sono:

  1. Vaccino Comirnaty di Pfizer-BioNtech - è il primo vaccino ad essere stato autorizzato in Unione Europea: il 21 dicembre 2020 dall'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) e il 22 dicembre dall'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA). 
  2. Vaccino Moderna - il 6 gennaio è stato autorizzato dall'EMA e il 7 gennaio dall'AIFA .
  3. Vaccino AstraZeneca - il 29 gennaio è stato autorizzato dall’EMA e il 30 gennaio dall’AIFA. 
  4. Vaccino Janssen (Johnson & Johnson) - è il quarto vaccino autorizzato dall'EMA l'11 marzo e dall'AIFA il 12 marzo 2021.

Al momento il vaccino Comirnaty viene somministrato agli adulti e agli adolescenti di età pari o superiore a 16 anni.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino Pfizer per i ragazzi dai 12 ai 15 anni: "Sarà disponibile a partire da giugno"

AvellinoToday è in caricamento