rotate-mobile
Attualità

Urbanistica, Buondonno risponde a Giordano: "Respingo completamente le accuse"

L'assessore all'urbanistica del Comune di Avellino si difende dagli attacchi dell'opposizione, che già a maggio aveva chiesto le sue dimissioni

L'opposizione del Comune di Avellino continua a ritenere inefficiente l'attività svolta dall'assessore all'Urbanistica Emma Buondonno. Dopo la presentazione di una richiesta di dimissioni dell'assessore da parte dei consiglieri di opposizione per "scarsa attività in Comune, così come in Giunta", mancata redazione del nuovo strumento urbanistico e mancata approvazione degli atti di programmazione, un nuovo attacco è arrivato dal consigliere di opposizione Nicola Giordano. Dichiarazioni relative alla pianificazione territoriale a cui l'assessore Buondonno ha così risposto: "Non condivido l'analisi del consigliere Giordano perché Avellino ha un piano regolatore, che deve essere adeguato, fondato sulla perequazione urbanistica".

Buondonno: "Respingo le accuse di Giordano"

"L'assessorato all'Urbanistica della Regione Campania ha stabilito nuove regole tra cui la legge 13, con la circolare appena sopraggiunta, con cui si intende accelerare il processo di rigenerazione urbana e che va nella direzione di una crescita della città verso quella visione che aveva assorbito con il piano Gregotti - ha continuato - sono assolutamente d'accordo sulla questione che per il riequilibrio regionale e quindi la decrescita di Napoli e dell'area metropolitana bisogna rafforzare gli altri capoluoghi di provincia, in particolare quello di Salerno, Avellino e Benevento perché è un bypass rispetto all'attuale schema monocentrico e monodirezionale Napoli-Caserta. Avellino è una doppia cerniera, di conseguenza va immaginata assolutamente come una città tra gli 80 e 100mila abitanti. Una città che deve crescere e ciò sta avvenendo mediante le leggi dell'attuale PUC e le norme che sta definendo l'assessorato all'urbanistica regionale. Mi sto battendo ampiamente anche per la conclusione dell'iter di approvazione del Piano del Verde della città perchè credo che bisogna partire non dall'edilizia ma dal risanamento ambientale. Avellino è in linea con questa visione".

Metro leggera

L'assessore si è pronunciata anche sulla metro leggera: "Se l'opera è a rischio? L'attuazione del progetto di ampliamento da Atripalda a Mercogliano, attraverso il finanziamento che abbiamo ottenuto dal Ministero per l'acquisto di bus elettrici, potrebbe salvare la giustificazione dell'investimento economico". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Urbanistica, Buondonno risponde a Giordano: "Respingo completamente le accuse"

AvellinoToday è in caricamento