Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

URBACT, le città italiane si incontrano ad Avellino: "Coinvolgiamo i cittadini nella trasformazione della città"

Ha raggiunto anche Avellino la rete italiana di trasferimento di buone pratiche URBACT coordinata dall'ANCI in qualità di Punto nazionale del programma

Ha raggiunto anche Avellino la rete italiana di trasferimento di buone pratiche URBACT coordinata dall'ANCI in qualità di Punto nazionale del programma. Gli obiettivi principali sono l'utilizzo di strumenti partecipativi per strategie e soluzioni per l’organizzazione di eventi green e sostenibili, la conoscenza delle altre città per scambiarsi esperienze sull'organizzazione di eventi sostenibili e, infine, conoscere la città di Avellino, l’U.L.G. e la cultura avellinese.

URBACT, le città italiane si incontrano ad Avellino

Coinvolti i comuni di Siena, Sestri Levante, Cuneo, Ferrara, Rovereto, Avellino e Corigliano-Rossano. Protagonisti della tre giorni, oltre ai comuni partecipanti e ai referenti Anci, vi saranno i referenti di Procida Capitale della Cultura 2022, referenti dell'evento musicale Sponz Fest, che da anni è impegnato nell'attenzione all'ambiente, le associazioni culturali locali, rappresentanze del mondo imprenditoriale, tutti impegnati nella sfida di rendere i nostri territori più green ed infine l'Urbact Local Group.  

"Voglio sottolineare il grande lavoro e la soddisfazione per aver vinto questo bando che ci ha consentito di confrontarci e farci conoscere da città come Siena, Ferrara, Rovereto, Sestri Levante. Avremo una serie d'iniziative improntate all'ecosostenibilità e alla riduzione delle cementificazioni. Ci sarà, poi anche l'approvazione in tal senso di un documento che disciplini lo svolgimento degli eventi", ha dichiarato il sindaco di Avellino, Gianluca Festa. Sulla Fondazione Città di Avellino, il primo cittadino aggiunge: "Stiamo andando avanti con la parte burocratica, sono esigenze necessarie. C'è questa fase di transizione che serve per ottenere il riconoscimento, senza il quale non possiamo ottenere nessuna strategia. Dopodiché, ci sarà il CdA e il bando per il direttore generale", conclude. 

La gestione degli spazi pubblici non può prescindere dall'apporto della collettività

"Oggi, a Villa Amendola, inizia il programma di Urbact - dichiara l’assessore all’Urbanistica, Governo del territorio, Pianificazione, PUC e Mobilità, Emma Buondonno - una cooperazione tra sette città italiane, un progetto europeo nato per diffondere le buone pratiche di governo del territorio. Una partecipazione diretta dei cittadini alla trasformazione della città. Un'idea di accompagnare le città nel cambiamento. Questo è un argomento molto sentito soprattutto da parte dei più giovani, molto sensibili ai problemi del pianeta. Nel governo del territorio, queste pratiche sperimentali, possono garantire un'impronta positiva e sostenibile. Il target di Urbact può essere associato al turismo, ma non solo. La gestione degli spazi pubblici non può prescindere dall'apporto concreto da parte della collettività". 

"Abbiamo recepito e fortificato l'idea di pedonalizzazione del centro storico - conclude il vicesindaco di Avellino, Laura Nargi - il cuore della nostra città deve essere più vivibile. Questo ci fortifica e ci spinge, sempre di più, verso una valorizzazione più completa e, senza ombra di dubbio, una modernizzazione sempre maggiore della nostra Avellino". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

URBACT, le città italiane si incontrano ad Avellino: "Coinvolgiamo i cittadini nella trasformazione della città"
AvellinoToday è in caricamento