rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità Summonte

L'Università "Federico II" di Napoli studia il Parco del Partenio

Sabato 18 dicembre una delegazione di studenti dell'ateneo napoletano sarà a Summonte per discutere delle innumerevoli risorse del Parco del Partenio

Il Parco del Partenio si apre e si racconta ai giovani. L’ente regionale, presieduto da Franco Iovino, sarà oggetto di studio da parte dei discenti dell’Università “Federico II” di Napoli. Messa in atto, infatti, un’importante sinergia con Il corso di Comunicazione pubblica e istituzionale (Laurea Magistrale in Comunicazione Pubblica, sociale e politica- Dipartimento di Scienza sociali), guidato dalla professoressa Rosanna De Rosa.

Il primo incontro operativo si terrà sabato 18 dicembre, a partire dalle 10, presso la sede del Parco a Summonte. Gli studenti discuteranno delle risorse materiali e immateriali del Partenio e delle strategie di comunicazione con il presidente Iovino e con i membri del Comitato tecnico-scientifico del Parco, per sviluppare attività di laboratorio incentrate sulle forme di comunicazione istituzionale.

A gennaio 2022, anche gli studenti  del corso di Pianificazione Territoriale (Laurea Triennale in Ingegneria dell’Ambiente e del Territorio, Dipartimento  di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale), guidati dalla professoressa Rosa Anna La Rocca, partiranno con attività laboratoriali mirate alla conoscenza del territorio del parco regionale del Partenio, con riferimento particolare agli aspetti fisici ed amministrativi: sistema dell'accessibilità e delle attività; vincoli archeologici e  paesaggistici; piani provinciali e stato di avanzamento di  altri strumenti di pianificazione. Il risultato atteso è una prima mappatura degli “scenari” del territorio compreso sotto la tutela dell’Ente Parco del Partenio.

I due gruppi di studenti lavoreranno in sinergia tra di loro e soprattutto in costante confronto con il CTS del Parco.

Le attività, coordinate da Anna Maria Zaccaria (docente di Sociologia del territorio e dell’ambiente- Dipartimento di Scienze sociali – e membro del CTS del parco), si prefigurano come un esperimento di progettazione partecipata che incrocia competenze, ruoli e generazioni diverse in un’azione sinergica verso la tutela ambientale e la valorizzazione delle aree interne.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Università "Federico II" di Napoli studia il Parco del Partenio

AvellinoToday è in caricamento