rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Attualità

“Una luce per la vita”, in duemila a Pietrelcina per illuminare la via del Rosario per i malati oncologici

Intanto ci si prepara alla decima edizione di un altro evento simbolo della lotta al tumore al seno e della forza che deriva dall'unione. La decima Camminata Rosa andrà in scena il prossimo 8 settembre

In duemila hanno attraversato in preghiera e illuminato la via del Rosario ieri a Pietrelcina, in occasione della seconda edizione di "Una luce per la vita", la fiaccolata per donare solidarietà e sostegno ai malati oncologici, organizzata da The Power of Pink insieme al senologo Carlo Iannace, con il patrocinio della Provincia di Benevento e del comune di Pietrelcina. 
 

Una luce per la vita - seconda edizione

Numerosi i pullman arrivati da diverse parti dell'Irpinia nel comune di San Pio. Il brutto tempo ha impedito la celebrazione della messa a parco Colesanti, ma non ha fermato il corteo lungo il percorso attraversato decenni fa dal Santo da Pietrelcina. Dopo la celebrazione delle due messe in contemporanea, una nella Chiesa della Sacra Famiglia e l'altra nella Chiesa Santa Maria degli Angeli in Piazza Ss Annunziata, i partecipanti guidati dal crocifisso e dalla voce di San Pio nella recitazione del Rosario, con un caldo raggio di sole che è tornato a splendere nel tardo pomeriggio, hanno camminato numerosi e raccolti in preghiera lungo il sentiero che conduce a Piana Romana.

"Dinanzi a quello vissuto stasera, all’emozione, al bellissimo percorso fatto insieme - ha commentato alla fine della manifestazione il sindaco di Pietrelcina, Salvatore Mazzone- abbiamo enfatizzato quello che si vive quotidianamente nell'avvicinarsi all’altro, a chi ha bisogno di sostegno, sorrisi, calore. Ringrazio per questo The power of Pink per quello che fa, per il calore che porta ai malati oncologici. Ringrazio il dottor Carlo Iannace. Dal nostro incontro qualche anno fa, è nata questa straordinaria manifestazione che lancia il messaggio di donarsi all’altro. Proprio come Carlo che ha fatto della sua vita una missione". 

Anche il senologo e primario della Breast Unit dell'ospedale Moscati di Avellino ha ringraziato i partecipanti, le associazioni e le autorità civili e religiose presenti, dando l'appuntamento al prossimo anno con uno degli eventi solidali firmati The Power of Pink. “Cerchiamo di mantenere sempre la sanità pubblica, accessibile a tutti - questo uno dei messaggi più importanti lanciati da Carlo Iannace dal palco allestito a Piana Romana -. Bisogna accogliere le persone che lottano contro la malattia, donando, oltre le cure, il nostro supporto. Il nostro reparto, ad esempio, ho cercato sempre di trasformarlo in una casa perché deve esserci accoglienza, ospitalità, calore familiare. Perché quando si affrontano situazioni difficili come questa bisogna sentirsi a casa".

La luce delle fiaccole accese all'imbrunire durante il tragitto e nella piazza ha illuminato anche le parole di speranza di Fra Daniele Moffa, parroco di Pietrelcina: “L’importante è non essere soli, perché la solitudine uccide. Sapere che non siamo soli ci dà forza e coraggio per vivere e affrontare la malattia".

Intanto ci si prepara alla decima edizione di un altro evento simbolo della lotta al tumore al seno e della forza che deriva dall'unione. La decima Camminata Rosa andrà in scena il prossimo 8 settembre. Dopo i foulard rosa indossati ieri, è partita la distribuzione dei kit per indossare t-shirt, cappellino e zainetto e colorare di rosa il percorso che da Mercogliano condurrà migliaia di persone ad Avellino, in uno degli eventi più grandi e significativi della Campania nella sensibilizzazione alla prevenzione che salva la vita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Una luce per la vita”, in duemila a Pietrelcina per illuminare la via del Rosario per i malati oncologici

AvellinoToday è in caricamento