menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Continua con successo il ciclo di seminari “Tutti Pazzi per la Psicologia”

La psicologa irpina Carmen De Vito afferma: "Molte persone, adesso, capiranno che, a chiedere una consulenza psicologica, non sono soltanto i 'pazzi'"

Il capoluogo irpino, dal 30 gennaio di quest'anno, si è trasformato nel teatro di “Tutti pazzi per la psicologia! Psicologi e cittadini si incontrano”, un ciclo di seminari coordinati dalla presidentessa, la Dr.ssa Rosa Bruno, e dal Dr. Michele Lepore, membro del Comitato scientifico dell’A.Ir.P., nonchè Consigliere irpino dell’Ordine degli psicologi della Campania.

Gli incontri saranno mensili (il terzo mercoledì di ogni mese) e proseguiranno fino a giugno.

Avellino Today ha intervistato la psicologa irpina, Carmen De Vito, che c'ha spiegato nel dettaglio l'obiettivo di questo ciclo di incontri:

'Questa iniziativa nasce da una idea dell’A.Ir.P., Associazione Irpina di Psicologia, con il patrocinio dell’Ordine degli psicologi della Campania. I seminari prevedono sei incontri divulgativi su interventi tipici della professione di psicologo  in cui sarà possibile discutere insieme ai cittadini del contributo che lo psicologo può fornire non solo nel campo della salute, ma anche in quello scolastico, legale, penitenziario e del lavoro. Il titolo dell'iniziativa è una provocazione; poichè molte persone pensano che, a rivolgersi allo psicologo, siano solamente i "pazzi", quando non è assolutamente così. Nel corso dei seminari, infatti, sarà possibile assistere agli interventi di psicologi e psicoterapeuti ma non solo, anche da parte di altre figure professionali come avvocati, dirigenti scolastici, giornalisti, medici, rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri e della polizia penitenziaria". 

Chiunque può chiedere una consulenza?

"Assolutamente sì, anche per i più piccoli. Basti pensare che a moltissimi bambini non viene diagnosticato il disturbo specifico dell'apprendimento, e questo porta a sviluppare un profondo senso di inadeguatezza nella vita adulta. Ogni bambino, seguito nella crescita, ha l'opportunità di valorizzare nel modo giusto il proprio talento ed essere anche premiato sentendosi soddisfatto". 

Che riscontro c'è stato in termini di pubblico?

"C'è stato tantissimo entusiasmo e tantissima partecipazione. Nel corso della prima giornata abbiamo potuto vedere la sala gremita. Stiamo parlando di un argomento estremamente importante, che tocca da vicino persone di ogni età. Dai bambini agli adulti e questo, senza ombra di dubbio, è stato compreso da tutti". 

Ecco il PROGRAMMA dell’intera iniziativa:

30 gennaio: “Prevenzione a scuola: il ruolo dello psicologo”

20 febbraio: “Tutti pazzi per la psicologia: medico e psicologo per una cura integrata”

20 marzo: “Dimenticare la pentola sul fuoco ed altri errori cognitivi tra normalità e patologia: l’esame neuropsicologico nella diagnosi precoce”

17 aprile: “Lo psicologo in Tribunale: quando la Psicologia incontra il Diritto”

15 maggio: “Dalla pena detentiva alle misure alternative: trattamento rieducativo e sicurezza sociale”

19 giugno: “Sviluppo e benessere in azienda: come costruire relazioni funzionali”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento