Attualità

Trasferimento uffici comunali, Festa al CISAL: "Non ci fermeremo"

Il sindaco del capoluogo irpino replica alle critiche del sindacato

Il sindaco di Avellino Gianluca Festa, a margine della sottoscrizione del protocollo d'intesa sul PNRR con la Guardia di Finanza, ha fatto il punto della situazione sull'avvio a Palazzo di Città dei corsi universitari dell'Ateneo di Salerno, previsto per il prossimo 2 ottobre, e sul piano di trasferimento degli uffici comunali rispondendo a quanto dichiarato in una nota stampa dal segretario provinciale CISAL, Paolo Sarno, in merito all'affitto per 160.000 euro di un locale dove poter depositare, per i prossimi tre anni, i materiali, i documenti, le attrezzature e gli arredi che non troveranno capienza nelle nuove strutture.

“C'è grande soddisfazione rispetto alla partenza dei corsi universitari. Per quanto concerne il fitto di alcuni locali, sappiamo tutti che a prescindere questa non sarebbe stata più la sede del Comune. D'altronde, in passato ospitava circa 550 dipendenti, mentre oggi contiamo su 150 dipendenti. Quindi è una sede sovrastimata ed è evidente che occorrano locali per archivi, attrezzature, arredi, ma direi anche per le casette di Natale. Poi ricordo che è una cifra che è suddivisa in tre anni, quindi parliamo del nulla". 

Il primo cittadino, nonostante le critiche espresse dalle sigle sindacali e dai dipendenti sul piano di trasferimento degli uffici e in particolare sul Convento di San Generoso, non intende fare un passo indietro: "Siamo aperti al confronto ma ovviamente andremo avanti" ha affermato convinto.

Per quanto concerne la riqualificazione di Palazzo De Peruta e del Convento di San Generoso: "Stiamo proseguendo in maniera spedita rispetto al termine imposto; mentre per il Convento di San Generoso la parte edile è stata conclusa ma manca quella degli arredi. Siamo comunque a buon punto”.

Infine, per quanto riguarda la tanto attesa opera di restauro della Dogana, più volte rinviata, il primo cittadino ha assicurato che i fondi non verranno perduti: “Dopo il ricorso presentato dalla ditta esclusa, attendiamo la sentenza. Una volta che la otterremo, speriamo in maniera positiva, potremo partire con il cantiere. Non perderemo i fondi, anzi implementeremo l'intervento adeguando i prezzi e con qualche arredo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasferimento uffici comunali, Festa al CISAL: "Non ci fermeremo"
AvellinoToday è in caricamento