rotate-mobile
Attualità

Come sta Stefano Tacconi? Il figlio: "Periodo non facile, ma si sta riprendendo lentamente"

L'ultimo aggiornamento sulle condizioni dell'ex portiere dell'Avellino, colpito da un'aneurisma lo scorso 23 aprile

"Ciao a tutti, mi state scrivendo in tanti per sapere di come sta papà, ci siamo assentati perché è stato un periodo non facile dopo l'operazione che ha avuto, ci sono stati dei passi indietro nella sua condizione ma ad oggi si sta riprendendo lentamente. Spero di darvi belle notizie più avanti". Attraverso un post sui social, Andrea Tacconi, figlio di Stefano, ha fornito un ultimo aggiornamento sulle condizioni di salute dell'indimenticato ex portiere di Avellino e Juventus, nonché della Nazionale italiana di calcio, colpito da un'aneurisma lo scorso 23 aprile.

Avvertì un malore dopo la partecipazione a un evento benefico

Tacconi, lo scorso 23 aprile, ebbe un malore ad Asti, città nella quale si trovava nell'ambito della rassegna "La giornata delle figurine", partecipando in un ristorante della provincia a una cena benefica in favore del comitato locale della Croce Rossa Italiana.

Fin dal primo momento, i medici del reparto di Neurochirurgia dell'Ospedale di Alessandria hanno compreso la gravità della situazione, monitorando costantemente le condizioni dell'ex portiere, oggi 64enne, fino all'intervento chirurgico dello scorso 6 giugno, effettuato per rimuovere il drenaggio esterno ventricolare cerebrale posizionato in precedenza per l'emorragia. Otto giorni dopo, l'inizio del percorso riabilitativo al "Presidio Borsalino".

Sempre il figlio Andrea, lo scorso 13 luglio, aveva dichiarato che: "Papà sta faticando molto, ma fisicamente è ancora un ragazzino quindi se tutto va bene ci sono buone speranze di riaverlo a casa tra un paio di mesi. Vediamo uno spiraglio di luce dopo mesi devastanti, grazie a tutti per il supporto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come sta Stefano Tacconi? Il figlio: "Periodo non facile, ma si sta riprendendo lentamente"

AvellinoToday è in caricamento