Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inaugurata a Bonito una “Una Stanza tutta per sé” per le vittime di violenza di genere

Questa stanza speciale rappresenta un ambiente sereno, armonico e accogliente, dove le vittime possono raccontare gli abusi e le vessazioni subite in un contesto di totale riservatezza

Questa mattina, presso il comando stazione Carabinieri di Bonito, è stata inaugurata una nuova aula protetta, dedicata a supportare donne, bambini minori e tutte le vittime di violenza di genere nel loro percorso di riacquisizione della dignità e serenità perdute. "La scelta di localizzarla in un piccolo centro – spiega il comandante provinciale, colonnello Domenico Albanese – vuole essere un messaggio di fiducia, sicurezza, protezione e prossimità per i cittadini, nella speranza che la cultura e la consapevolezza del rispetto di genere facciano passi in avanti".

Inaugurata a Bonito una “Una Stanza tutta per sé” per le vittime di violenza di genere

Di "segnale importante", invece, ha parlato Aldo Policastro, procuratore capo di Benevento. "La stanza di Bonito – ha aggiunto – rappresenta concretamente l'attenzione delle autorità verso le vittime della violenza di genere".

Un rifugio sicuro per le vittime

Questa stanza speciale rappresenta un ambiente sereno, armonico e accogliente, dove le vittime possono raccontare gli abusi e le vessazioni subite in un contesto di totale riservatezza. Non si tratta di un semplice ufficio, ma di uno spazio pensato per mettere al centro la persona, considerata non solo come denunciante, ma come individuo con un vissuto complesso fatto di timori e sofferenze. La realizzazione della stanza è stata possibile grazie all'impegno del Soroptimist International d’Italia Club Salerno, in collaborazione con il comando provinciale dei Carabinieri di Avellino e la Confraternita di Misericordia di Vallata ODV

All'inaugurazione hanno partecipato numerose autorità, tra cui il prefetto di Avellino, dott.ssa Rossana Riflesso, rappresentanti civili, militari e religiosi, e il presidente nazionale del Soroptimist International d’Italia, Adriana Macchi, che ha sottolineato: "Un luogo aperto alle donne per raccontare la loro storia e, grazie ai Carabinieri, uscire dall'incubo delle violenze e delle sopraffazioni".

Tecnologia e ambiente empatico per una collaborazione fruttuosa

La "stanza tutta per sé" è dotata di arredi dedicati e di strumentazione tecnologica specifica per l’audizione protetta delle vittime, come computer e registratori. L’obiettivo è consentire ai Carabinieri di seguire e indirizzare le vittime di violenza domestica o di genere in un percorso delicato e complesso. L’ambiente è arredato in modo da richiamare un’atmosfera domestica piuttosto che quella di un ufficio, per favorire un rapporto più empatico tra l’operatore e la vittima.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione consolidata tra l’Arma dei Carabinieri e il Soroptimist International Italia, avviata nel 2015 e formalizzata con un protocollo d’intesa nel 2019. Questa sinergia mira a incoraggiare le persone vittime di violenza di genere a rivolgersi alle forze di polizia, sostenendole nel delicato momento della denuncia.

Il percorso di Bonito

Quella inaugurata a Bonito è la seconda stanza protetta aperta in un comando Carabinieri dell’Irpinia, dopo quella già operativa nella “Caserma Litto” di Avellino. Questi spazi rappresentano un passo fondamentale nel supporto alle vittime, offrendo loro un luogo sicuro e accogliente dove poter ricominciare a costruire la propria libertà e dignità personale. L'inaugurazione della stanza protetta a Bonito segna un importante avanzamento nella lotta contro la violenza di genere. Grazie alla collaborazione tra istituzioni e associazioni, le vittime possono trovare un luogo dove sentirsi ascoltate e supportate, un primo passo verso una vita più serena e dignitosa.

Video popolari

AvellinoToday è in caricamento