menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ok dal 4 maggio a sport individuali, si frena su bar e ristoranti

Si delinea un primo orientamento sulla fase 2, Conte frena fughe in avanti

Fonti di governo consultate dall'agenzia Adnkronos spiegano che prima della deadline del 4 maggio -superati dunque i due ponti del 25 aprile e del 1 maggio - non ci saranno allentamenti delle restrizioni personali. 

 Si delinea, intanto, un primo orientamento sulla fase 2, in seguito ad una serie di riunioni tra il premier Giuseppe Conte, numerosi ministri e il capo della task force per la «fase 2» Vittorio Colao. 

La possibilità del liberi tutti appare ancora lontana. 

Sport e parchi 

 Dopo il 4 - spiegano fonti dell'esecutivo - c'è la possibilità di tornare a fare jogging e attività fisica all'aria aperta, ma rigorosamente in solitudine, aumentando però la distanza massima consentita da casa, da 200 metri a 500 metri. Sulla questione delle riaperture di parchi e ville "nulla è deciso". Si valuta se introdurre fasce orarie per i podisti.

Bar, ristoranti e negozi 

Circola l'ipotesi di riaprire con regole severe di distanziamento e ingressi limitati dal 4 maggio. Ma prevale chi frena: forse si riaprirà a metà o fine maggio. Si studiano regole stringenti anche per parrucchieri ed estetisti.

Trasporti 

Si ipotizzano percorsi unidirezionali, posti a bordo ridotti e controllo della temperatura per accedere in metropolitana. Più corse diurne e posti contingentati. Meccanismi per contare le persone che salgono su ogni bus e, anche in questo caso, posti a sedere da occupare segnati uno ad uno. 

Scuole e tribunali

Gli istituti scolastici non dovrebbero riaprire prima di settembre. I tribunali partiranno l'11 maggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento