rotate-mobile
Attualità

Turismo, Basso: "In Irpinia occorre creare nuove strutture ricettive e migliorare i servizi"

Sistema Irpinia parteciperà alla Borsa Mediterranea del Turismo di Napoli dando continuità al percorso di promozione del patrimonio ambientale, culturale ed enogastronomico del territorio

Prosegue la costruzione di "Destinazione Irpinia", il progetto di valorizzazione e promozione delle bellezze paesaggistiche, enogastronomiche e culturali del territorio irpino, promosso dalla Provincia di Avellino e dalla Fondazione Sistema Irpinia.

Dopo la BIT di Milano, Sistema Irpinia approda alla Borsa Mediterranea del Turismo, che si terrà a Napoli dal 16 al 18 marzo, con un'area interamente dedicata a "Destinazione Irpinia". Sabino Basso, presidente della fondazione, ha spiegato ai microfoni di Avellino Today quali sono le attività in programma per favorire lo sviluppo turistico del territorio della provincia di Avellino.

L'Irpinia parteciperà alla BMT di Napoli. Quali saranno gli aspetti che porterete all'attenzione del pubblico per incontrare l'interesse degli stakeholders?

"Con la partecipazione alla BMT di Napoli proseguiamo il percorso di promozione e conoscenza del patrimonio irpino al di fuori dei confini provinciali. In questa occasione, ci saranno delle aule dedicate ai sindaci e alle pro loco, che esporranno i propri progetti per la promozione del territorio. Sicuramente, i punti di forza dell'Irpinia sono il patrimonio ambientale, i prodotti enogastronomici ed il patrimonio architettonico. L'obiettivo sarà un turismo regionale, extraregionale ed internazionale creando un motivo di attrazione". 

Recentemente ha dichiarato che, in Irpinia, l'offerta turistica andrebbe migliorata partendo dalle strutture ricettive. Quali sono, secondo lei, le carenze evidenti da colmare?

"Innanzitutto, occorre offrire maggiori posti letto e per farlo bisognerebbe spingere gli imprenditori irpini in progetti di trasformazione delle tante case disabitate e abbandonate nei borghi e nei centri storici in bed and breakfast. Sarebbe un investimento minimale. Poi, occorre offrire i servizi giusti che rendano l'esperienza dei turisti soddisfacente al punto da farli ritornare".

Come preannunciato dal presidente Buonopane, in occasione del consiglio provinciale del 2 marzo scorso, Sistema Irpinia sarà aperta ai capitali privati cambiando così lo statuto. Perché questa scelta?

"Il consiglio provinciale ha già deliberato l'apertura ai privati, manca solo la ratifica dal notaio. Apriamo ai privati perché la fondazione possa iscriversi al RUNTS ed usufruire del 5 per mille".

Sistema Irpinia ha raggiunto un accordo con Its Bact e Rete Destinazione Sud. Che ruolo avranno nel progetto di promozione dell'Irpinia?

"Si occuperanno della formazione dei giovani, che in questo modo acquisiranno nuove competenze specialistiche. Gli allievi/operatori di Sistema Irpinia, oltre al diploma tecnico superiore, hanno la possibilità di ottenere il patentino per Direttore di Agenzia Turistica".

Nel 2023, Sistema Irpinia ed i comuni saranno impegnata nella partecipazione agli eventi e alle borse del turismo internazionali. Quali sono i prossimi appuntamenti in programma?

"Dopo la BMT di Napoli, ci sarà il Giro d'Italia. Poi parteciperemo al Vinitaly in quanto l'Irpinia è terra di vigneti dove si producono vini molto rinomati in Italia, unici per le loro prestigiose caratteristiche. Dunque è importante essere presenti alla fiera internazionale di vino più conosciuta ed apprezzata al mondo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, Basso: "In Irpinia occorre creare nuove strutture ricettive e migliorare i servizi"

AvellinoToday è in caricamento