Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità Ariano Irpino

Gravi condizioni operative al Carcere di Ariano, Sinappe: "Diserteremo il sit-in di domani"

La nota

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota del Sinappe:

"Per coerenza di azione e rispetto verso i quotidiani sacrifici dei colleghi arianesi la nostra O.S. non parteciperà al sit-in del 6 ottobre. L’Organizzazione Sindacale SINAPPE, tra le maggiormente rappresentative del Corpo di Polizia Penitenziaria, avendo assunto, da sempre, una posizione critica, mai sterile ma propositiva, nei confronti della dirigenza dell’Istituto Arianese, non avendo mai ottenuto riscontri, ritiene inopportuno essere presente allo stato di agitazione del 6 ottobre p.v. mosso da altre sigle sindacali, consapevoli ma comodamente silenti e conniventi con la direzione. Solo oggi, con un sit-in “ad orologeria” (mese di tesseramento), svegliandosi dal lungo torpore e scuotendosi le coscienze, inscenano una manifestazione “farsa” al grido di “carenza di personale” continueranno a celare sia la causa che ha indotto a tale irreversibile condizione lavorative che le reali problematiche attanaglianti l’Istituto del Tricolle Le gravi condizioni operative in cui versa l’Istituto “P. Campanello”, oltre alla cronica carenza di personale, sono da ricercarsi nella opinabile, prossima a definirsi fallimentare, capacità organizzativa e gestionale da parte della direzione arianese. Negli svariati incontri succedutisi con l’attuale Provveditori Regionale dott. Cantone, da poco insediatosi, nonché con l’ex dott. Fullone cui hanno fatto seguito solo sterili risposte che altro non hanno ottenuto se non l’acuire lo stress psico-fisico cui è sottoposto, ormai da troppo tempo, il personale di Polizia Penitenziaria “solo” e gravato da turni massacranti, senza conoscerne la fine ma solo l’inizio, svolti in condizioni di disagio, frutto di una discutibile politica di assegnazione di detenuti psichiatrici o riottosi al rispetto del regime custodiale, che spesso resta vittima di aggressioni da parte di detenuti intemperanti. Alla luce degli impegni assunti dal dott. Cantone nell’ultimo incontro avvenuto non più tardi di qualche giorno fa, ci sentiamo in dovere, visto che ha ereditato questa "patata bollente" e non certo ne è la causa, di concedere un’ulteriore linea di fiducia “a tempo” , ribadendo che, in assenza di un concreto atto di indirizzo volto a rasserenare sia il clima che le condizioni lavorative costringerà la nostra O.S., se non fatto oggi, ad intraprendere tutte le legittime manifestazioni di dissenso ritenute più idonee affinchè non si arrivi alla risoluzione delle gravi criticità più volte segnalate. Noi...sempre dalla parte degli ultimi...sempre dalla parte dei poliziotti penitenziari...sempre dalla parte giusta!!!!".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gravi condizioni operative al Carcere di Ariano, Sinappe: "Diserteremo il sit-in di domani"

AvellinoToday è in caricamento