menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una serata di beneficenza per i bimbi malati di cancro, l'appello accorato della Pizzeria Daniele

Il figlio di Danilo Maglione è stato colpito dalla sindrome di Burkitt, per dare forza a tutti i piccoli che lottano come lui, il pizzaiolo si è rivolto al cuore del web per una cena di solidarietà

Danilo Maglione, titolare della pizzeria Daniele ad Atripalda ha utilizzato i social per raccontare la storia di suo figlio che sta lottando come un guerriero contro un tumore maligno. Una storia tristissima, ma che purtroppo colpisce molte famiglie.

Il piccolo di casa Maglione sta sconfiggendo la malattia ma per provare a dare una mano a tutti quei piccoli che si battono per la vita, Danilo Maglione ha annunciato una serata di beneficenza da devolvere interamente all'ospedale Pausillipon di Napoli.

Di seguito l'appello 

"Salve a tutti non mi sono mai esposto tanto in pubblico per timidezza ,ma oggi lo faccio perché sento di dover raccontare una cosa importante . Innanzitutto mi presento :mi chiamo DANILO MAGLIONE ,uno dei fondatori della pizzeria Daniele sita ad Avellino . Il nostro marchio nasce dal cognome della mia nonna materna “ANNA DANIELE”che nel 1965 fondó la prima pizzeria “DANIELE”.
Dal marzo 2013 nella splendida piazza Umberto I di Atripalda sono il solo proprietario della pizzeria DANIELE. 
La nostra missione è quella di fare la vera pizza napoletana rispettandone la tradizione e gli ingredienti . Da qualche tempo , abbiamo deciso di ampliare un po’ i nostri orizzonti , dedicandoci anche alla cucina per venire in contro alle esigenze della nostra clientela .
Ora però desidero raccontarvi una piccola parentesi che mi ha riservato il destino.E’ dal 3 settembre di quest’anno che stiamo affrontando una dura battaglia ,una cosa che un genitore spera sempre che al proprio figlio non capiti mai . Purtroppo al mio è capitato .
Mio figlio ,ANGELO ,il mio primogenito che porta il nome del mio defunto padre che molti di voi forse avete conosciuto,gli è stato diagnosticato la sindrome di “BURKITT” ,per farla breve un TUMORE MALIGNO . Grazie a Dio L evolversi della situazione sta procedendo positivamente ,ma comunque la prassi terapeutica ha voluto che affrontasse dei cicli di chemio terapia . Angelo e’un bimbo di soli 8 anni che sta combattendo la sua battaglia nell ospedale Pausilipon di Napoli dove altri bambini come lui ogni giorno affrontano i loro giganti .
A questo punto , vi starete domandando perché io vi stia raccontando la mia storia. Cari amici ,voglio solo dirvi che dovremmo guardare di più alle cose importanti della vita,incominciando dalle persone che ti sono accanto,quelle che ami ,quelle che contano e sopratutto provare ad immedesimarsi nella sofferenza degli altri,anche se non è la tua , quella sofferenza che ti stringe il cuore quando vedi un bimbo ,anche se quel bimbo non è il tuo , affrontare certe tempeste che la vita ti riserva, e combattere per superare quella enorme montagna della malattia .
Angelo sta combattendo con tutte le sue forze come un vero guerriero,ma come dicevo,in questi ultimi mesi quello che ho visto negli ospedali signori miei è una cosa al di là del normale ,che a volte rasenta i limiti della sopportazione . Siamo continuamente scossi da notizie tristi di quanti purtroppo, questa battaglia non riescono a vincerla ,Allora io non posso dimenticare questi piccoli eroi che sono volati in cielo così presto, ma non voglio nemmeno dimenticare quelli che stanno affrontando in questo momento questa dura prova ,quindi voglio risparmiarmi tutti quei brindisi che non hanno significato ,e forse fatti con tanta leggezza ,e fare un Brindisi VERO , accompagnandolo con qualcosa di concreto ,qualcosa che possa aiutare DAVVERO questi bambini e la ricerca ONCOLOGICA. Ed e con grande gioia e piacere che vi comunico che a breve la PIZZERIA DANIELE DI ATRIPALDA organizzerà una cena il cui ricavato ,sarà interamente devoluto alla fondazione “OSPEDALE PAUSILIPON “. Per dare una SPERANZA in più a qualsiasi bimbo che abbia bisogno e poter arrivare a brindare a lui i suoi 20 40 60 anni spero che ne sarete in tanti grazie di cuore per la vostra attenzione e partecipazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento