Rientro in classe, sciopero il primo giorno di scuola

Ombre sulla riapertura, a complicare l'avvio dall'anno scolastico ci sarà uno sciopero di due giorni

Neanche il tempo di cominciare che già è stato indetto uno sciopero dei sindacati. Lo sciopero, valido in tutta la Penisola, è indetto da: USB PI, UNICOBAS Scuola e Università e CUB Scuola Università e Ricerca ( quest'ultimo solo 25 settembre) riguardanti il personale docente, ATA, educativo e dirigente, a tempo determinato e indeterminato, in Italia e all'estero.

Le richieste dei sindacati 

Nel pomeriggio di ieri, martedì 15 Unicobas ha già iniziato a scaldare i motori con una assemblea sindacale on line per la quale si sono registrati – afferma il segretario nazionale Stefano d’Errico – non meno di 6mila contatti con 35mila persone raggiunte.

La piattaforma delle rivendicazioni è ampia e in linea con le precedenti proteste dei sindacati stessi: massimo 15 alunni per classe ed assunzione di 240mila insegnanti, stabilizzazione dei 150 mila precari con tre anni di servizio attraverso un concorso accessibile a tutti, aumento degli organici della Scuola dell’Infanzia, stabilizzazione diretta degli specializzati di sostegno e percorsi di specializzazione per chi ha esperienza pregressa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perturbazione nevosa in Irpinia: ecco tutti i comuni che scelgono di chiudere le scuole

  • In Campania arriva Burian: ondata di gelo e temperature polari

  • Spostamenti per andare dai congiunti e ospiti a casa: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il pizzaiolo Maglione aderisce alla manifestazione pacifica #Ioapro: "Lavorare è un diritto"

  • Nuovo Dpcm: sei regioni in zona gialla, due rossa e il resto in arancione

  • Rientro a scuola, il dottor Iuzzolino scrive alle istituzioni: "Sarete responsabili di eventuali danni"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento