Attualità

A scuola il 9 dicembre, le Regioni bocciano l'idea di Azzolina

Per le Regioni si deve aprire dopo le vacanze di Natale

La data del 9 dicembre per un graduale rientro in classe, proposta dalla ministra Lucia Azzolina, sarebbe stata completamente “bocciata” dalle Regioni.

Tuttavia anche il premier Conte e il ministro della Salute Roberto Speranza avevano parlato di una possibile riapertura della scuola prima delle vacanze di Natale. Ma per le Regioni sarebbe una sciocchezza riaprire per pochi giorni. 

No dalle Regioni

I presidenti delle Regioni sono contrari, quasi tutti compatti, alla riapertura delle scuole a dicembre: la posizione emersa dal vertice tra il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, le Regioni, l'Anci e l'Upi. L'unica posizione più possibilista sarebbe stata espressa dal governatore della Toscana, Eugenio Giani, favorevole alla riapertura a dicembre almeno per le seconde e terze medie.

Riaprire il 7 gennaio 

Le regioni unanimemente hanno ritenuto di suggerire al governo di procrastinare al 7 gennaio ogni riapertura della didattica in presenza per chi è ancora oggi in didattica a distanza

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A scuola il 9 dicembre, le Regioni bocciano l'idea di Azzolina

AvellinoToday è in caricamento