rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Attualità Solofra

A rischio i lavoratori della Pumaver di Solofra: "Pronti a scioperare, ci stanno togliendo tutto"

I lavoratori sono pronti a mobilitarsi con uno sciopero di 48 ore, atteso per il 24 e il 25 marzo 2023, dinanzi alla sede del Comune di Solofra

I dipendenti della Pumaver S.r.l. di Solofra, un'azienda di servizi che svolge attività di pulizia ambientale per il Comune di Solofra, sono in grande agitazione. Uno sciopero è già stato realizzato l’8 marzo scorso ma, purtroppo, non ha sortito effetti. Per i lavoratori, infatti, è stata prospettata una riduzione dell’orario di lavoro giornaliero da quattro a tre ore e, fino a questo momento, ci sono già stati due licenziamenti: “Non ce la facciamo più, abbiamo bisogno di aiuto. Abbiamo già comunicato a Uil Trasporti la nostra intenzione di scioperare. La protesta che abbiamo realizzato l'8 marzo non è servita a nulla. Purtroppo la situazione è drammatica. Non abbiamo l’attuazione delle norme sulla sicurezza e sulla prevenzione. È stato ridotto ulteriormente lo stipendio, che già era da fame e, infine, due di noi sono già stati licenziati”, dichiarano i lavoratori in un appello disperato. 

Ci sono stati già due licenziamenti  

I lavoratori, adesso, sono pronti a mobilitarsi con uno sciopero di 48 ore, atteso per il 24 e il 25 marzo 2023, dinanzi alla sede del Comune di Solofra. Queste persone hanno paura. Dei tredici dipendenti iniziali ne sono rimasti undici e, quest’ultimi, vivono nel terrore che possano esserci ulteriori tagli. La speranza, adesso, è che questa protesta sortisca gli effetti sperati e, se il primo sciopero dell’8 marzo scorso non è stato minimamente ascoltato, questo ennesimo - disperato grido d’aiuto non può ancora cadere nel vuoto. Queste persone hanno bisogno di risposte. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A rischio i lavoratori della Pumaver di Solofra: "Pronti a scioperare, ci stanno togliendo tutto"

AvellinoToday è in caricamento