Venerdì, 14 Maggio 2021
Attualità

San Martino Valle Caudina, dopo sei mesi tornano a casa gli sfollati dell'alluvione di dicembre

Prossimo obiettivo è la sistemazione provvisoria di Piazza Girolamo del Balzo e Piazza XX settembre

A sei mesi di distanza dalla tremenda alluvione, i quaranta cittadini di San Martino Valle Caudina, sfollati dopo la sciagura idrogeologica che si è abbattuta sulla comunità lo scorso 21 dicembre, possono ritornare a casa.

Tavolo tecnico con la Protezione Civile Regionale

Secondo quanto si apprende dalla nota pubblicata dall'amministrazione comunale: "Da poco si è concluso il tavolo tecnico con la Dr.ssa Campobasso, Responsabile della Protezione Civile Regionale e delegata dal Commissario per l' Emergenza Dr. Italo Giulivo. Finalmente, dopo circa 6 mesi, i quaranta nostri concittadini, fuori casa dal 21 dicembre 2019, potranno ritornare alle proprie abitudini. Da domani mattina, anche il Bar Caffetteria Chalet Primavera, potrà riaprire ai propri clienti. Le indicazioni, contenute nel Piano di Protezione Civile, recentemente approvato, la campagna informativa tenuta con gli abitanti del centro storico, il sistema di allert realizzato e il completamento della fogna Ciardelli-Murillo, hanno permesso di centrare questo importante risultato. Ringraziamo i Sanmartinesi che hanno avuto la pazienza e la responsabilità di rispettare l' ordinanza del 31 dicembre 2019. Il lavoro continua ed il prossimo obiettivo è la sistemazione provvisoria di Piazza Girolamo del Balzo e Piazza XX settembre"

San Martino Valle Caudina, 40 sfollati tornano a casa

San Martino Valle Caudina, vertice con la Protezione Civile

San Martino Valle Caudina, il sindaco Pisano

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Martino Valle Caudina, dopo sei mesi tornano a casa gli sfollati dell'alluvione di dicembre

AvellinoToday è in caricamento