Un estate da dimenticare, salta il pasto della Salamandra

La denuncia del Forum dei Giovani

Non si terrà la tredicesima edizione de “Il Pasto della Salamandra”. La denuncia arriva dal comitato del forum dei giovani di Grottolella.

Le ragioni di questa scelta sono molteplici e non riguardano solo aspetti economici o procedurali – si legge -. Lo scorso Luglio 2017 il Comune di Grottolella ha ricevuto un finanziamento dalla Regione Campania (POC 2014-2020) per il progetto intitolato “Il Pasto della Salamandra” pari alla cifra di euro 40.000, dei quali soltanto 15.300 euro usufruiti per la XII^ edizione de “Il Pasto della Salamandra”. Con la restante parte dovevano essere svolte altre manifestazioni. I problemi sono sorti alla fine della terza serata quando si dovevano liquidare le varie spese. Fidandoci delle persone che gestivano il progetto, abbiamo anticipato una spesa di euro 2.500. La somma sarebbe dovuta rientrare nelle casse del forum quanto prima, ma ad oggi nemmeno l’ombra. Inoltre in questi mesi abbiamo protocollato al comune richieste di incontro con l’amministrazione comunale al fine specifico di salvaguardare l’evento più atteso e importante dell’anno, ma in nessuno di questi incontri abbiano ricevuto un valido aiuto e sostegno dal comune di Grottolella”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nell’attesa di risposte positive riguardanti la parte economica, abbiamo partecipato ad un incontro con il Maresciallo dei Carabinieri, Ufficio Tecnico, Polizia Municipale e Sindaco per far fronte alle norme sulla sicurezza che sono entrate in vigore lo scorso anno in seguito ai fatti di Torino. Durante questo incontro abbiamo marcato più volte la nostra problematica ad affrontare una spesa superiore a 2000 euro, per retribuire i 20 steward richiesti. Inoltre per recuperare qualche risorsa economica in più abbiamo chiesto che l’orario di chiusura degli stand e della musica fosse prolungato fino alle ore 2 ed infine collocare il palco principale in P.zza Angelo Maglio, posto tradizionalmente scelto, per fascino ed acustica, per il concerto principale. Purtroppo nonostante le nostre richieste ci è stata ugualmente prefissata la presenza di 20 steward e l’esclusione del palco principale in P.zza Angelo Maglio”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali: i voti di tutti i candidati irpini

  • Elezioni regionali, chi sono i quattro eletti in Irpinia

  • Coronavirus, chiude il bar Nolurè

  • Elezioni regionali 2020: i risultati in Irpinia

  • Coronavirus, in Campania è allarme arancione

  • A Mirabella Eclano uno dei wine resort più suggestivi d'Italia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento