Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

I Riti di Grano sono sospesi anche per il 2021: "Speriamo che il nostro sacrificio si traduca in ripresa"

È stato presentato oggi, presso il Polo Giovani di Avellino, il documento sottoscritto dai sindaci dei comuni legati alle tradizioni del grano, carri e gigli di paglia, sospesi a causa dell'emergenza Covid-19

Presso la sala convegni del Polo Giovani ad Avellino, si è tenuta oggi pomeriggio la conferenza stampa di presentazione del documento unitario sottoscritto dai sindaci di Flumeri, Frigento, Fontanarosa, Mirabella Eclano, Villanova del Battista, Foglianise, San Marco dei Cavoti, Jelsi e dall'Unpli Provinciale di Avellino riguardo i riti di grano nell'anno 2021.

Riti di Grano sospesi anche per il 2021: una decisione di comune accordo

"Purtroppo, anche per quest'anno la situazione epidemiologica, unita alla diffusione della variante Delta e all'esistenza di focolai anche in Irpinia, rende impossibile lo svolgimento delle manifestazioni per il 2021" afferma con amarezza il sindaco di Flumeri, Angelo Lanza. "Ma siamo certi che ne usciremo, e quando sarà arrivato il momento, le tradizioni dovranno riprendere".

"La priorità, oggi, è la tutela della salute pubblica" sottolinea Giuseppe Pescatore, sindaco di Fontanarosa. "Ritornare a quei mesi o, semplicemente, pensare di ritornare alle difficoltà degli ultimi mesi fa rabbrividire. La paura del lockdown e delle varie colorazioni delle regioni deve farci riflettere e abbassare la guardia sarebbe un grave errore. Per questo motivo, di concerto con l'Unpli, la Prefettura e l'Asl di Avellino, ci siamo fatti guidare dal ragionamento. Quest'anno, abbiamo sicuramente un'arma in più, ossia le vaccinazioni, ma per il momento non basta ancora. Speriamo che questo sacrificio possa tradursi in una ripresa".

Il sindaco di Mirabella Eclano, Giancarlo Ruggiero, chiarisce: "Non è vero che il Prefetto ha vietato le manifestazioni: tutti noi, di comune accordo, abbiamo ritenuto che non ci fossero le condizioni per poter permettere lo svolgimento di tali attività. Voglio ricordare che, qualche anno fa, la Prefettura aveva predisposto di realizzare delle apposite card di accesso all'area del carro: in quell'occasione, riuscimmo a fare ben 2.000 card. Rivolgo un appello a tutti, a resistere: la manifestazione è sospesa, non annullata, e spero che l'anno prossimo si possa effettivamente riprendere".

"È difficile dire di no a chi ti chiede se una tradizione verrà rinnovata" conclude Umberto Colantuono, vicesindaco di Villanova del Battista. "Ci fermiamo anche quest'anno, per riprendere più forti e Uniti l'anno prossimo. Se la campagna vaccinale darà i suoi frutti, riusciremo finalmente a uscirne. Sicuramente, faremo qualche iniziativa nelle nostre chiese, sperando che prima o poi quest'emergenza finirà".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Riti di Grano sono sospesi anche per il 2021: "Speriamo che il nostro sacrificio si traduca in ripresa"

AvellinoToday è in caricamento