Sprar di Conza a rischio chiusura: "Ci sono in gioco diversi posti di lavoro"

Lanciata una raccolta firme a sostegno del progetto

L’associazione “Io voglio restare in Irpinia” ha lanciato un appello e una raccolta firme per il rischio chiusura dello Sprar (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) di Conza della Campania, al quale è legato il lavoro e il futuro di 34 persone. Scadrà lunedì prossimo, 1 luglio, infatti, il termine relativo alla presentazione di progetti di accoglienza nell'ambito della rete SPRAR . Quest'anno, il Comune di Conza della Campania - per ragioni non ben definite - ha deciso di non rinnovare il progetto, lasciando per strada 20 beneficiari e 14 operatori e decretando, conseguentemente, la chiusura del Centro.

Gli Sprar sono istituti di seconda accoglienza (riconosciuti come esempio positivo in tutta Europa) attivati dalla rete degli enti locali e dalle realtà del terzo settore e accedono al Fondo Nazionale per le Politiche e i Servizi dell’Asilo. In Italia, ospitano 23mila rifugiati e richiedenti asilo in 400 Comuni. Hanno una natura sostenibile, fatta di numeri contenuti e modelli di integrazione rodati. Grazie al sistema Sprar, i richiedenti asilo hanno la possibilità di imparare l’italiano, svolgere attività utili alla comunità, frequentare tirocini e stage per l’inserimento lavorativo.

Perché dunque chiudere lo Sprar di Conza della Campannia? Si chiedono dall’associazione che nell’appello rivolto ad istituzioni e cittadini scrive: “Chiediamo all'amministrazione comunale di fare un passo indietro e permettere alla comunità di proseguire il lavoro di accoglienza svolto finora”. L’associazione punta a raccogliere 500 firme e nelle prime ore dopo il lancio già si registra un buon risultato: sono state, infatti, raccolte oltre la metà delle sottoscrizioni utili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori ristoranti di Avellino, ecco la nostra classifica

  • Fine dei disagi, riapre il viadotto di Parolise

  • Colta da un malore durante un compleanno, muore 18enne

  • Tremendo schianto frontale, donna muore sul colpo

  • Nuovo Clan Partenio, ecco come è cambiata la camorra in Irpinia dopo l'operazione "Partenio 2.0"

  • Nuovo Clan Partenio, c'è attesa per capire il destino dei locali "It's Ok" e "Pomodoro"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento