Disservizi nella raccolta, Assoconsum sul piede di guerra

Sembra invece essere venuta meno anche l’ordinaria diligenza richiesta a qualunque imprenditore incaricato di pubblico servizio. 

Le recenti interruzioni del servizio di raccolta dei rifiuti, ed in particolare
della frazione “multimateriale” sta provocando un notevole disagio ai
cittadini che, complice anche il caldo e le partenze per le ferie estive, si
trovano in questi giorni costretti a dover accumulare rifiuti nelle proprie
abitazioni. 
L’organizzazione e l’effettuazione del servizio di raccolta costituisce
l’oggetto dell’affidamento operato a favore di Irpiniambiente che,
pertanto, nella gestione del proprio rischio di impresa dovrebbe essere
pronta a far fronte a temporanee indisponibilità di alcuni siti di
stoccaggio. 
Nel caso di specie sembra invece essere venuta meno anche l’ordinaria
diligenza richiesta a qualunque imprenditore incaricato di pubblico
servizio. 
Con l’intento di tutelare i nostri associati e tutti i cittadini serviti da
Irpiniambiente, già gravati da una onerosa tassa sui rifiuti, l'Asso-
Consum di Avellino rende noto di aver affidato ad un team di legali
l’incarico di mettere in atto ogni iniziativa al fine di ottenere l’immediato
ripristino del servizio ed un adeguato indennizzo per il disservizio subito.
Per maggiori informazioni è possibile contattarci via mail all’indirizzo
assoconsum.avellino@gmail.com oppure chiamando numero
0825463042. In alternativa è possibile raggiungerci presso la nostra
sede provinciale in via Francesco Guarini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco il tragitto del giovane tornato da Codogno: "E' tornato in auto"

  • Coronavirus, di ritorno a Montefusco da Codogno: scatta il protocollo

  • Coronavirus, due fratelli tornano a Lauro da Codogno: scatta il protocollo

  • Avellino in lutto, è morto il "vigile urbano buono"

  • Torna da Milano con la febbre altissima, trasportato al Moscati

  • Coronavirus, Lauro, il sindaco: "Hanno viaggiato in treno e poi sono andati a prenderli in auto"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento