Rientro in classe, Azzolina: "La scuola il luogo meno rischioso"

Gli studenti potranno stare in classe anche senza il metro di distanza, indossando la mascherina

"A scuola ci sono delle regole, delle misure sanitarie, ma anche adulti preparati. La scuola è il luogo meno rischioso. L’unica via è garantire una grande alleanza con le famiglie. Dobbiamo essere tutti responsabili, anche fuori dalla scuola. La scuola ha bisogno di essere protetta il più possibile”.

Lo ha detto la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina durante una conferenza stampa a Palazzo Chigi.

DaD in caso di quarantena 

Per l'esponente di Governo gli studenti non possono perdere altri giorni di scuola per questo in caso di quarantena si applicherà la Dad.

“Se dovesse capitare che un insegnante vada in quarantena si farà la didattica a distanza. Gli studenti non possono perdere giorni di scuola”. 

50mila studenti con mascherina

“Se a giugno gli studenti che sostanzialmente erano senza un’aula per via del metro di distanza erano 1 milione, oggi sono 50mila. Questo non significa che non andranno a scuola. Andranno anche senza il metro di distanza ma mettendo la mascherina per questo inizio di anno scolastico. Sono comunque situazioni che stiamo risolvendo, grazie ad altri 100 milioni di euro per prendere in affitto altri locali e grazie agli accordi con teatri, parrocchie o scuole paritarie”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Personale scolastico 

"Per quanto riguarda i supplenti, in questi giorni abbiamo fatto le immissioni in ruolo. Questo fine settimana si faranno tutte le nomine dei supplenti. Non è mai accaduto che tutte le supplenze fossero stabilite prima dell'inizio dell'anno scolastico. Ci sono due step: la nomina dei supplenti, circa 60mila, a cui non abbiamo potuto dare una cattedra. Poi ci sarà la nomina dei 70mila in più, organico legato all'emergenza, nomine che verranno fatte subito dopo dai dirigenti scolastici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in moto: chi era Maria, professionista dal "gran cuore"

  • Coronavirus in Campania: De Luca chiude le scuole primarie e secondarie

  • Autocertificazione, ecco il nuovo modulo da scaricare

  • Decathlon Mercogliano, partono i colloqui di lavoro per l'imminente apertura

  • Incidente fatale sull'A16, muore un 25enne irpino

  • Chiude il Civico 12: per Carmine Pacilio si apre una nuova storia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento