rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Ricorsi contro la DAD, stavolta il Tar dà ragione alla Regione Campania

Il Tar di Napoli con i decreti 401 e 402 di oggi ha respinto le istanze di sospensione dell'ordinanza regionale presentate dal Codacons e da alcuni gruppi di genitori

Il Tar stavolta dà ragione alla Regione Campania e respinge i ricorsi presentati dal Codacons e da alcuni gruppi di genitori contro la chiusura delle scuole fino al 14 marzo.

Secondo quanto riportato poco fa dall'Ansa, il Tribunale Amministrativo Regionale di Napoli avrebbe rigettato, con i decreti 401 e 402 di oggi, le istanze di sospensione dell'ultima ordinanza firmata dal Governatore Vincenzo De Luca. Il Giudice ha infatti rilevato che l'ordinanza regionale risulta esplicitamente adottata alla luce di un quadro epidemico caratterizzato dalla diffusione delle cosiddette varianti del virus Covid-19, connotate da maggiore diffusività nella popolazione anche più giovanile e che, su tale circostanza, risultano incentrate le valutazioni della Unità di crisi regionale. L'Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale Vincenzo De Luca, spiega il Tar, appare quindi legittimamente improntata al principio di cautela nel bilanciamento di due interessi (salute e istruzione) di rango costituzionale.

Si ricorda che l'ordinanza regionale n. 6 del 27 febbraio prevede la chiusura di tutta la didattica in presenza fino al 14 marzo, sostituendola interamente con la Didattica a Distanza. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricorsi contro la DAD, stavolta il Tar dà ragione alla Regione Campania

AvellinoToday è in caricamento