menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Restano aperti i Centri Diagnostici, Del Gaizo: "Dobbiamo garantire gli esami urgenti"

L'appello anche dai centri diagnostici è di restare a casa

In ottemperanza al decreto emesso dal Governo Conte, i centri diagnostici del capoluogo restano aperti per poter garantire la continuità assitenziale sul territorio.

I centri sono, infatti, fondamentali per continuare ad erogare i servizi ai pazienti che necessitano di esami urgenti e inderogabili, quali pazienti oncologici e donne in gravidanza.

Abbiamo chiesto al Centro Diagnostico Del Gaizo quali sono le regole da rispettare sia per il personale sanitario, sia per gli utenti che si recano presso i punti prelievo e quali le misure igienico sanitarie prese per evitare i contagi. 

“In questo difficile momento in cui tutta l’Italia si impegna a contenere l’epidemia da covid-19 è importante attenersi scrupolosamente alle direttive regionali e nazionali - dichiara Ines Del Gaizo, titolare del centro - Consigliamo dunque a tutti gli utenti di rimandare esami non strettamente necessari, in accordo con le indicazioni del Decreto della Presidenza del Consiglio per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus sull’intero territorio nazionale". 

Per far fronte a questo momento di emergenza e di estrema criticità serve responsabilità e collaborazione da parte di tutti, dunque l'invito è anche in questo caso di restare a casa e di chiedere sempre informazioni al proprio medico generico. 

"Le persone stanno venendo solo per necessità, il mio appello è di chiedere sempre consiglio al medico di famiglia e di recarsi nei centri diagnostici solo se questi lo ritiene veramente opportuno".

Per quanto riguarda la prassi igienico sanitaria da seguire Del Gaizo sottolinea: "Stiamo intensificando l'igienizzazione dei locali, il personale è interamente munito di mascherina. Invito anche i pazienti ad utilizzarla anche se mi rendo conto che non se ne trovano. L’accesso al centro è consentito seguendo l’ordine di arrivo e di prenotazione e sempre rispettando la distanza di sicurezza di un metro tra le persone. Per lo stesso motivo non è consentito l’accesso ad accompagnatori, salvo eccezioni. Sono regole di buon senso, posso sembrare dura, ma in questo momento è necessario". 

Infine per quanto riguarda i tamponi Del Gaizo ricorda di fare attenzione e sottolinea che possono essere eseguiti solo da strutture autorizzate, laboratori di analisi con il settore di Biologia Molecolare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento