rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Attualità

Questione Mastio, "Proposta Concreta Montemiletto": "Segnalazione fondata o procurato allarme?"

"Le opere realizzate all'interno del Mastio non consentono (in alcun modo) al Comune di Montemiletto di poter aprire al pubblico tale struttura"

Le opere realizzate all'interno del Mastio non consentono (in alcun modo) al Comune di Montemiletto di poter aprire al pubblico tale struttura; di questo siamo completamente certi e per tale motivo abbiamo già chiesto agli Uffici comunali competenti di procedere ad un immediato sopralluogo per relazionare sullo stato di fatto e tranquillizzare la cittadinanza. Per quanto riguarda l'accordo stipulato con la ditta incaricata, è chiaro che tale atto giunge alla fine di un travagliato percorso intrapreso dalla nostra Amministrazione per cercare di concordare alcuni interventi “CORRETTIVI” rispetto a quanto era stato GIA' realizzato dalla precedente Amministrazione proprio al fine di poter consentire l'apertura al pubblico della suddetta struttura, purtroppo non ci siamo riusciti ma gli impegni presi vanno onorati ugualmente anche se a farlo è stato chi ci ha preceduto. 

Ma veniamo al punto più basso di quanto accaduto, e cioè il post pubblicato da un ex amministratore comunale che riportiamo testualmente: "Chiediamoci chi ci guadagna ad avere questo luogo chiuso per "CAUSA"! AVVOCATO (2500 €), ARCHITETTO (1500 €)..E il "Tombarolo", ne avra' tratto insegnamento...e non finisce qua. Premesso che i due OTTIMI professionisti incaricati hanno agito nell'esclusivo interesse del Comune e quindi non abbiamo nulla da chiarire in proposito, quello che invece ci preoccupa è la frase successiva ovvero la "presunta" presenza nel nostro Comune di un "TOMBAROLO" che potrebbe aver agito indisturbato all'interno del Mastio o addirittura che potrebbe ancora reiterare questi ipotetici REATI sul nostro territorio almeno stando alla frase...."non finisce qua". Tenuto conto del serio rischio segnalato dall'ex Amministratore comunale abbiamo prontamente interessato la locale stazione dei Carabinieri e a breve allerteremo anche tutte le Istituzioni preposte alla tutela dei Beni Culturali, per intraprendere ogni iniziativa utile per porre fine a queste presunte azioni criminali. Invitiamo dunque pubblicamente l'autore del post a collaborare con le forze dell'Ordine al fine di assicurare alla giustizia chi avrebbe scavato abusivamente all'interno del Mastio per asportarne oggetti preziosi o comunque d'interesse archeologico da vendere ad amatori e collezionisti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Questione Mastio, "Proposta Concreta Montemiletto": "Segnalazione fondata o procurato allarme?"

AvellinoToday è in caricamento