menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quattromila precari della Sanità regionale presi in giro dalla burocrazia

La nota del Nursind Campania in merito alla situazione dei precari della Sanità, a firma del segretario regionale Antonio Eliseo

La nota del Nursind Campania in merito alla situazione dei precari della Sanità, a firma del segretario regionale Antonio Eliseo:

Con una circolare emanata il 10 febbraio scorso e resa pubblica ieri, il Direttore Generale per la tutela della salute, Il Dott. Antonio Postiglione, in merito al recepimento di quanto previsto dal Documento Economico e Finanziario della Regione sul rinnovo dei contratti a 36 mesi per i precari della sanità e all’allineamento dei contratti in essere della medesima durata, ha semplicemente demandato il tutto alle Aziende Ospedaliere e Sanitarie Regionali previa l’adozione dei piani triennali di fabbisogno delle stesse. Il Direttore Postiglione si è macchiato di una grave inadempienza sovvertendo quanto stabilito dalla volontà politica. Riteniamo il Presidente della Regione  De Luca e la sua Giunta Regionale corresponsabili di questa situazione che oramai sta andando in scena da più di due mesi. Ad essere presi in giro, ancora una volta, sono i circa quattromila precari della nostra sanità regionale i quali assistono ai loro colleghi di altre Regioni a cui vengono stipulati contratti dignitosi a 36 mesi mentre agli stessi la Regione Campania risponde con le circolari oscene e irrispettose di Postiglione. La Politica di questa Regione dimostra ancora una volta di essere ostaggio dei Burocrati. Se il Presidente della Regione non metterà fine a questo teatrino siamo pronti ad una mobilitazione a tutela dei lavoratori precari della sanità che hanno subito già troppe umiliazioni da questa Giunta Regionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola, medie e superiori in presenza: ecco quando

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento