rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Quattromila precari della Sanità regionale presi in giro dalla burocrazia

La nota del Nursind Campania in merito alla situazione dei precari della Sanità, a firma del segretario regionale Antonio Eliseo

La nota del Nursind Campania in merito alla situazione dei precari della Sanità, a firma del segretario regionale Antonio Eliseo:

Con una circolare emanata il 10 febbraio scorso e resa pubblica ieri, il Direttore Generale per la tutela della salute, Il Dott. Antonio Postiglione, in merito al recepimento di quanto previsto dal Documento Economico e Finanziario della Regione sul rinnovo dei contratti a 36 mesi per i precari della sanità e all’allineamento dei contratti in essere della medesima durata, ha semplicemente demandato il tutto alle Aziende Ospedaliere e Sanitarie Regionali previa l’adozione dei piani triennali di fabbisogno delle stesse. Il Direttore Postiglione si è macchiato di una grave inadempienza sovvertendo quanto stabilito dalla volontà politica. Riteniamo il Presidente della Regione  De Luca e la sua Giunta Regionale corresponsabili di questa situazione che oramai sta andando in scena da più di due mesi. Ad essere presi in giro, ancora una volta, sono i circa quattromila precari della nostra sanità regionale i quali assistono ai loro colleghi di altre Regioni a cui vengono stipulati contratti dignitosi a 36 mesi mentre agli stessi la Regione Campania risponde con le circolari oscene e irrispettose di Postiglione. La Politica di questa Regione dimostra ancora una volta di essere ostaggio dei Burocrati. Se il Presidente della Regione non metterà fine a questo teatrino siamo pronti ad una mobilitazione a tutela dei lavoratori precari della sanità che hanno subito già troppe umiliazioni da questa Giunta Regionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattromila precari della Sanità regionale presi in giro dalla burocrazia

AvellinoToday è in caricamento