menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consiglio Comunale Ariano, il Psi propone la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki

La nota del gruppo consiliare

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Psi di Ariano Irpino, riguardante la proposta avanzata di conferimento della cittadinanza onoraria allo studente e cittadino egiziano Patrick Zaki, detenuto dal febbraio 2020 in patria (leggi l'approfondimento di BolognaToday).

Su alcune tematiche sensibili grazie all’ attenzione del PSI, sono tornati al centro del dibattito cittadino, temi quali Diritti Umani, Ius Culturae e Ius Soli. Durante l’ultimo consiglio comunale, tenutosi l’8 Marzo, è stato discusso ed approvato il regolamento che identifica i criteri per il conferimento dell’onorificenza “Cittadinanza Onoraria” e della “Cittadinanza Onoraria per Ius Culturae”. La necessità di adottare tale regolamento nasce da una duplice esigenza: la prima quella di colmare un vuoto, considerata l’assenza di tale specifico regolamento, ed in secondo luogo dalla necessità di rispondere alla richiesta, da parte di giovani concittadini, di conferire l’onorificenza a Patrik George Zaki. Patrick George Zaki, attivista e ricercatore egiziano, si trova dall’8 febbraio 2020 in detenzione preventiva. In questi tredici mesi l’autorità giudiziaria egiziana, ferma a causa della pandemia da Covid-19, ha procrastinato le udienze le quali dovevano esprimere il proprio verdetto sullo stato di detenzione di Zaki. In seguito a queste duplice esigenza la sezione cittadina del Partito Socialista Italiano, intitolata al compagno, concittadino e membro dell’Assemblea Costituente, Ireneo Vinciguerra ha colto l’occasione per arricchire in maniera strutturale la proposta di regolamento introdotta dalla maggioranza consiliare. Punto degno di nota all’interno del Regolamento per il riconoscimento ed il conferimento della “Cittadinanza Onoraria” e della “Cittadinanza Onoraria per Ius Culturae”, e l’introduzione, tra le ragioni per il conferimento dell’onorificenza, dell’impegno nella difesa dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali e della possibilità di assegnare la Cittadinanza Onoraria per Ius Culturae allo straniero residente ad Ariano Irpino che sia nato in Italia o vi abbia fatto ingresso successivamente, in base ad una delle seguenti motivazioni: ? per aver frequentato regolarmente nel territorio nazionale, per almeno cinque anni, uno o più cicli di istruzione o percorsi di istruzione e formazione professionale idonei al conseguimento di una qualifica professionale. ? nel caso in cui la frequenza riguardi il corso di istruzione primaria, è altresì necessaria la conclusione positiva di tale corso. Accogliamo con favore l’attenzione che tale documento, intriso di tematiche fondamentali per la nostra comunità quali il diritto all’integrazione, ha suscitato all’interno di tutta l’assise comunale. L’ottimo lavoro svolto dalla maggioranza consiliare, è stato possibile grazie al contributo apportato dai nostri più giovani concittadini che, tramite un lavoro sinergico con l’Amministrazione, fattivamente hanno collaborato alle determinazioni del più rilevante organo rappresentativo della nostra comunità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I due nuovi vaccini contro il Covid in arrivo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Incendio in un edificio a Montella, intervengono i Vigili del Fuoco

  • Incidenti stradali

    Cisterna in fiamme sulla Ofantina: interviene la Polstrada

  • Cronaca

    Coltivava abusivamente canapa sativa, 45enne denunciato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento