rotate-mobile
Attualità

Protocollo di intesa per una stazione unica appaltante efficiente: sinergia per il territorio tra ordini professionali e Provincia

Una nuova alleanza per affrontare le sfide delle gare d'appalto e favorire lo sviluppo locale nel contesto del PNRR

Questa mattina, presso gli uffici di presidenza di Palazzo Caracciolo, si è svolta la firma del protocollo di intesa tra il presidente della Provincia, Rizieri Buonopane, gli ordini professionali e ANCE Avellino. L'accordo ha l'obiettivo di istituire un tavolo di concertazione permanente per promuovere una sinergia di esperienze e professionalità a beneficio dell'intero territorio provinciale. Tra gli obiettivi figurano l'implementazione di azioni coordinate tra i vari enti, l'adeguamento del regolamento della Stazione Unica Appaltante (SUA) e della convenzione, nonché la semplificazione di tutta la modulistica relativa alle gare di appalto, seguendo le nuove disposizioni del codice degli appalti.

Il presidente del Collegio Geometri di Avellino, Antonio Santosuosso, ha elogiato l'iniziativa della Provincia riguardo alla Stazione Unica Appaltante, riconoscendo il valore della collaborazione tra ordini professionali e enti istituzionali, soprattutto nell'attuale fase critica. "Stamattina firmiamo questo protocollo d'intesa su iniziativa della provincia. Cioè, devo dire che tratta appunto la Stazione Unica Appaltante, che credo vada nella sinergia tra ordini professionali e enti istituzionali, proprio per dare una mano anche ai comuni in una fase così importante come quella che stiamo attraversando in questo momento," ha dichiarato Santosuosso.

L'adesione al Protocollo Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) è stata accolta positivamente dal Presidente del Collegio Geometri di Avellino, che ha evidenziato come la Stazione Unica Appaltante possa agevolare le gare d'appalto per i piccoli comuni, particolarmente quelli che si trovano in difficoltà attualmente. Questo accordo rappresenta quindi un sostegno concreto e tempestivo alle amministrazioni locali che devono affrontare le sfide delle gare d'appalto in un contesto di difficoltà nazionali.

"Insomma, devo dare atto che la provincia è stata, come dire, lungimirante in questo, poiché ha fornito subito questa idea e l'abbiamo celermente firmata e attuata. Insomma, in questo momento in cui sentiamo parlare molto anche a livello nazionale del PNRR e delle difficoltà che si hanno, una delle tante sfide è appunto quella di poter svolgere le gare d'appalto nel più breve tempo possibile. A volte si incontrano grandi difficoltà, ed è una di queste ragioni," ha spiegato Santosuosso, sottolineando le sfide che le stazioni appaltanti affrontano durante questo periodo di trasformazione e ripresa economica.

Il protocollo d'intesa è stato progettato per agevolare tutte le stazioni appaltanti della provincia, con particolare attenzione ai piccoli comuni che possono trarre il massimo beneficio da questo supporto aggiuntivo. "Questo protocollo, ripeto, va in questa direzione, per agevolare specialmente tutte le stazioni appaltanti della provincia e, in particolare, i piccoli comuni che ne hanno bisogno in questo momento," ha concluso Santosuosso.

Questa iniziativa è stata celebrata come un passo importante verso un processo di appalti più efficiente e rapido, fornendo una soluzione concreta per ridurre i tempi e semplificare le procedure necessarie per la realizzazione di progetti pubblici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protocollo di intesa per una stazione unica appaltante efficiente: sinergia per il territorio tra ordini professionali e Provincia

AvellinoToday è in caricamento