menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pratola Serra, doppia bocciatura al rendiconto di gestione e parere sfavorevole al ripiano del Disavanzo

Di seguito la nota del gruppo consiliare “SiAmo Pratola Serra”, dopo la tripla bocciatura al rendiconto di gestione 2019 che sarà discusso domani, lunedì 06/07/2020 in consiglio

Siamo alle solite,  è ormai prassi consolidata cambiare i numeri alla bisogna e non depositare gli atti del bilancio 20 giorni prima della discussione in consiglio come previsto dalla legge e dal regolamento comunale.

Un obbligo che in occasione del rendiconto 2019  era stato assolto nei tempi previsti,  ma appena ricevuto il parere sfavorevole dall’Organo di Revisione,  il sindaco Aufiero si è precipitato a cambiare le carte modificando addirittura il risultato contabile.

Dall’avanzo dichiarato di circa 100 mila euro  si passa ad  un  DISAVANZO di oltre 800 mila euro! Come è possibile sbagliare di circa un milione di euro? Ma soprattutto, è possibile cambiare il risultato di un rendiconto già approvato dalla giunta comunale?

Probabilmente,  trovando anche una giustificazione credibile, bisognava ritornare in giunta per riapprovare il nuovo risultato, depositare di nuovo gli atti e poi richiedere un nuovo parere; invece, il sindaco Emanuele Aufiero in veste di responsabile finanziario, inoltra in tutta fretta  il “nuovo” rendiconto al revisore dei conti al fine di ottenere il tanto agognato parere positivo.

Ma le cose non vanno per il verso sperato e l’Organo di Revisione rinnova il proprio parere sfavorevole sottolineando che le osservazioni erano state recepite solo in parte.

In buona sostanza, su un rendiconto di bilancio che non è altro che la fotografia di una situazione contabile al 31 dicembre, si procede per tentativi, quasi fosse una lotteria, con la speranza di azzeccare  il risultato esatto. Ma la doppia bocciatura dimostra  che siamo ben oltre al Disavanzo di  800 mila euro, dichiarato, peraltro, soltanto in seconda battuta.

Un risultato di per se già ampiamente negativo che carica ulteriori debiti sulle future generazioni! A nulla è servita l’addizionale comunale dell’IRPEF introdotta per la prima volta nella storia di Pratola Serra, è bastata a stento a coprire le Transazioni spuntate dal nulla, con le quali hanno pagato oltre 300 mila euro di debiti che hanno tenuto nascosto per anni.

Oltre mezzo milione di euro da  pagare in 15 anni e ulteriori centinaia di migliaia di euro  per i prossimi 3 anni! Questo il piano di rientro che vorrebbero votare e che hanno sottoposto all’Organo di Revisione.

Ma, udite udite, anche su quest’ultima proposta arriva il parere sfavorevole!!!  Un tris che non ha eguali nella storia e che colloca i nostri amministratori al primo posto nel  guinness dei primati.

Ma ritornando al deposito degli atti, registriamo ancora una volta la mancata messa a disposizione per 20gg come stabilito dalla legge, infatti solo ieri pomeriggio ci sono state inoltrate le “varianti” al rendiconto, che saranno oggetto di discussione in consiglio.

Stanchi di fare appelli al rispetto della legge e delle regole, domani saremo in aula per rappresentare una cittadinanza ormai stanca del gioco dei numeri che ha letteralmente impoverito l’intero paese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Fella fulmina il Bari, l'Avellino vola: 1-0

  • Cronaca

    Avellino, la polizia municipale sequestra 300 kg di frutta

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento